Perché il tempo è in esecuzione più veloce durante le vacanze?

Quando siamo in vacanza, il tempo sembra essersi fatto trapelare tra le dita. Appena arrivati ​​- e hanno già per raccogliere di nuovo. Ma dopo il ritorno possiamo passare ore con gli amici per condividere le loro impressioni. "L'effetto delle vacanze", nasce dal fatto che la nostra solita percezione del tempo è rotto.

Perché il tempo è in esecuzione più veloce durante le vacanze?

tempo di vacanza per rendere la nostra vita un flusso fresco, si eccita e lascia piacevoli ricordi. Ma per qualche motivo, non importa quanto ricco né era riposo, arriva sempre alla fine così in fretta? Come se stiamo osservando gli sviluppi in modalità fast-forward, e ricordi di buoni giorni trascorsi da noi emessa in un disco separato e scritto direttamente nel cervello. Questo paradosso, noto come "l'effetto delle vacanze", dice il giornalista e divulgatore della scienza Hammond Claudia (Claudia Hammond) nel suo libro "distorta percezione del tempo dei misteri del nostro tempo." *

"Gli elementi chiave che plasmano la nostra percezione del tempo - è ricordi e marcatori tempo (eventi, esperienze, impressioni). Vacanze offre le condizioni ideali per il tempo passava velocemente per noi - viola la routine quotidiana e la monotonia. Allo stesso tempo, abbiamo un sacco di nuove esperienze visive e sonore che occupano la nostra attenzione. Quando arrivi a casa, ci vuole un altro elemento - la memoria. La ragione per cui si sente non come se fossero a casa un paio di anni, che si sono verificati questa settimana è molto maggiore di quella che sarebbe vissuto per una vita di tutti i giorni alla settimana. Quindi, la nostra percezione soggettiva del periodo di tempo non dipende dalla sua durata effettiva, e quanti dei nostri ricordi ad esso associati.

Perché il tempo è in esecuzione più veloce durante le vacanze?

Il paradosso nasce da una vacanza al fatto che la nostra mente percepisce il tempo in due modi diversi - in maniera prospettica e retrospettiva. Quando guardiamo ciò che facciamo e ciò che pensiamo in questo momento, si stima il tempo in modo prospettico. Se ci concentriamo sul passato, si tratta di una percezione retrospettiva. Normalmente, queste due percezioni sono gli stessi, ma a volte questo non accade, allora ci sentiamo la distorsione nel corso del tempo.

Si ricorre alla valutazione prospettica e retrospettiva della costante di tempo. Quando si misura la vita, sia la percezione dello stesso, ci fa sentire che i giorni e le settimane passano ad un ritmo normale. Ci sono marcatori di tempo, che ci permettono di misurare la lunghezza del tempo - per esempio, l'inizio e la fine della giornata, all'ora di pranzo, show televisivo preferito, riti serali. Le giornate sono soggette allo stesso ritmo. Anche la diversità che portare nuove esperienze, diverse note prevedibile (ricordiamo da sei a nove nuovi eventi al giorno). percezione prospettici e retrospettivi di tempo sono in equilibrio. Ma le esperienze insolite possono disturbare questo equilibrio. Durante le vacanze, raramente guardare l'orologio, la solita routine è disturbato. Siamo così ossessionati con i loro sentimenti che le mosse di tempo potenziali salti per noi. tempo Retrospettiva basato sulle nostre esperienze, sulla quantità di nuove impressioni. Talvolta passaggio da una modalità all'altra è molto forte. Pertanto, non possiamo abituarsi al "paradosso della vacanza." Noi continueremo a prendere un periodo di tempo in diversi piani, e ogni volta che ci chiediamo quali trucchi sta facendo il tempo con noi ". * C. Hammond "Time Warped: Sbloccare i misteri del tempo Perception" (Canongate Books, 2013).