Surrogate maternità - è pericoloso?

C facile archiviazione di stelle nazionali ed esteri nei media si apre regolarmente tema della maternità surrogata, di aprire un dibattito morale ed etica (e non solo) di carattere. Perinatale psicologo Galina Filippova ci ha raccontato come l'esperienza colpisce nascita da una madre surrogata per le relazioni infantili e familiari, così come a chi e che cosa dovrebbe frequentare corsi di formazione per il parto.

Surrogate maternità - è pericoloso?

Psychologies: determina se la mancanza di comuni nove mesi nella vita del bambino nel loro rapporto di madre e?

Galina Filippova: Naturalmente, dal momento che l'istituzione di questo rapporto ha luogo nel corso della gravidanza. Una donna passa un certo stadio del ruolo materno, ha prodotto una certa esperienza, la comprensione della condizione del bambino, è il più "istinto materno", formato un attaccamento a lui. Mamma, non sopportano un bambino, privato di questa esperienza. Così, di adattarsi e adeguarsi al nuovo ruolo che sarà più difficile. E 'meno esperienza corporea, si dovrà fare affidamento esclusivamente sulla consapevolezza del fatto che è ora - la madre.

E si sente il bambino nel passaggio da una madre ad un altro?

Mr. F:. Per un bambino non è così significativo. Il suo comfort psicologico in questo caso è molto più dipendente da quanto velocemente la madre "nuova" prende posizione corretta materna. La modifica della madre sarà quasi indolore, se la "nuova" madre sarà ben preparato - per esempio, si terrà i corsi appropriati, di lavorare con uno psicologo. E qui c'è un problema importante. I genitori reshivshiesya sulla maternità surrogata, sono così concentrati su come raggiungere questo obiettivo, come ha assorbito gran parte di essa investito tempo, energie e denaro che ad un certo punto cominciano a sentire che sono già al completo per tutti pagati e ora sicuramente essere buoni genitori. Ma questo non è il caso. Dobbiamo imparare ad essere genitori. G. F:. Tutti i genitori, indipendentemente dal modo in cui il bambino non nato, è necessario frequentare un corso di preparazione per la nascita di un bambino, è opportuno consultare uno psicologo. I corsi, per esempio, solo una piccola parte delle informazioni per la nascita vera e propria, tutto il resto - circa il bambino, su come entrare in contatto con il bambino, come cresce, si sviluppa. Questo è nelle vostre mani saranno creatura indifesa effettivamente lasciato senza una madre (non quella a cui è stato utilizzato), senza l'allattamento al seno - per questo è necessario preparare! A futuri genitori per tutta la gravidanza sono costrette ad affrontare le questioni e preoccupazioni soprattutto l'ala legislativo. Pensate gli aspetti psicologici di comunicazione con il nascituro che spesso non hanno tempo. Dopo aver preso la decisione di avere un figlio (indipendentemente se, nel caso di una madre surrogata con l'aiuto), raramente chiederci cosa stiamo facendo. Durante la gravidanza succede solo questa ristrutturazione, diventa chiaro che è necessario cambiare il modo di vita, il loro comportamento. Se la maternità surrogata che non accade, tutte le forze dei genitori non sono finalizzate a fornire assistenza per il bambino, e la realizzazione di se stessi, "Voglio un bambino, non l'ho, lascia che sia."

Possiamo dire che le famiglie con un bambino che è nato da una madre surrogata, cade più difficile di quanto le famiglie normali?

G. F:. Sì, certo. A giudicare dall'esperienza del mio lavoro, i genitori dei bambini nati da madri surrogate, sono più propensi a sentire un senso di inadeguatezza, tendono a presentarsi alla società come un "vero" (nel senso di - convenzionali e tradizionali) genitori. Pertanto, molti dei quali imitano la gravidanza, nascondere la verità da parte di colleghi, amici, e soprattutto - dal bambino. Per anni ho da vivere con un "scheletro nell'armadio", in costante tensione e paura. E se un bambino ha bisogno di sapere su come esattamente era venuto al mondo?

G. F:. Sì. Ha tale diritto.

Si possono avere atteggiamenti diversi per maternità surrogata, ma sembra che oggi sempre più famiglie hanno fatto ricorso a questo metodo?

G. F:. Quando la gravidanza non può verificarsi in natura, i medici suggeriscono modi alternativi di dare alla luce: dalla fecondazione di un ovulo donatore e FIVET (fecondazione in vitro) per maternità surrogata. Sette anni fa, la fecondazione in vitro sembrava come qualcosa di fantascienza, ma ora è percepito con molta calma. Per esempio, nel 2011, con l'aiuto della fecondazione in vitro è emerso 6 milioni di bambini. Questo è l'intera popolazione. C'era una spaccatura definitiva: alcuni genitori dicono che i bambini dovrebbero solo dare alla luce naturale, altri sono sicuri di non utilizzare le conquiste della scienza moderna è stupido. Ma qualsiasi discorso sul divieto di fecondazione in vitro lo stesso - si parla ai poveri. Il progresso non può essere fermato da allora. Credo che presto maternità surrogata diventa banale, è solo una questione di tempo.

Hai una domanda?

Istituto di Psicologia perinatale e Psicologia della sfera riproduttiva, t. (495) 920 6236, www.perinatalpsy.ru