Memoria delle vittime della repressione: l'azione "nomi Return"

Solovetsky Pietra incontrano ogni anno sempre più persone. Ricordate quelli che divennero vittime della repressione staliniana - poi recuperare la memoria, fare una causa civile.

Memoria delle vittime della repressione: l'azione

Azione in memoria delle vittime della repressione stalinista "nomi Return"

Per diversi anni consecutivi, il 29 ottobre ho andare a Piazza Lubjanka. In questo giorno, la Società Internazionale "Memorial" svolge l'azione "nomi di ritorno":. Dalle 10 am alle 10 pm la gente legge ad alta voce i nomi dei giustiziati a Mosca negli anni del Grande Terrore * Di volta in volta ci sono più - quasi tre mila persone è venuto l'anno scorso, che è stata una sorpresa anche per gli organizzatori. Presidente del "Memorial" Arsenij Roginsky vedere qui il collegamento con il cambiamento nello stato d'animo del pubblico, con la voglia di cambiare: "La nostra azione riguarda direttamente i temi principali degli ultimi anni - il rapporto tra l'uomo e lo Stato. Vieni su di esso - è certamente di esprimere la posizione civile ". L'analista Natalia Kigai aggiunge: "La protesta sta diventando sempre più pubblico. Tuttavia, quando il potere è crudele, l'ansia interiore ci fa dispensano intuitivamente o consapevolmente una misura di confronto con essa. L'azione al Pietra Solovetsky - è una forma di protesta passiva piuttosto che causa meno paura di protesta attiva. La lettura da una pietra - un'importante azione simbolica. Si ricorda di una bara di pietra all'ingresso: fuck off lui - vuol dire restituire la memoria del popolo, e che li ha resi. È terribile passato lungo negato - non solo il governo, ma anche - a livello psicologico ". Ognuno di coloro che leggono i nomi dei loro motivazioni. Ho avuto la fortuna che nessuno della mia famiglia è stata uccisa durante il tempo di persecuzione, e quelli che sono andati in prigione o nei gulag ed è tornato, e ha vissuto per un lungo periodo di tempo. Ma un acuto senso della storia, che si verifica il 29 ottobre, non poi fermarsi per un minuto. Questo è tanto più prezioso non è esperienza in un museo o di lettura lettere dagli archivi di famiglia e pomeriggio d'autunno nel centro di Mosca, una città che si crogiola nel suo "oggi", e dove il passato sta scomparendo dallo spazio pubblico. Tale esperienza è impossibile sopravvivere nella vita quotidiana. Hai letto i nomi delle vittime, i loro indirizzi e le occupazioni, date di nascita, e l'esecuzione e corrispondono a leggere la sua storia privata: che cosa ha fatto mio bisnonno nel momento in cui il colpo dei suoi coetanei, che abitava nella strada accanto?

Io, come molti altri, io verrò di nuovo in questo giorno per la pietra, che è ancora inesistente sostituisce il monumento alle vittime della repressione politica. In un paese in cui, ricordando curiamo le ferite, per ricordarselo.

* L'october29.ru parti del sito