Un compito difficile - per godere la vita quotidiana

Un compito difficile - per godere la vita quotidiana

Sono a disagio. Molto scomodo "qui e ora", nella sua vita: clima politico pesante, la crisi economica sta andando al turno successivo, l'ambiente fa paura nella scuola materna ha un nuovo insegnante, a cui è necessario abituarsi. Sembra che siamo costantemente camminando sul bordo ... Come si può godere il momento attuale? Per essere onesti, sono stato in grado di "essere presente" un paio di volte al giorno, ad esempio, al mattino, quando i bambini sono in classe, il caffè preparato, e il news feed, non ho aggiornato. Amo questi dieci minuti, quando si può semplicemente sedersi in un angolo del divano ... E che le librerie sono piene di libri che chiedono "una vita migliore qui e ora". Io passo da, perché francamente non capisco come vivere in modo che ho oggi, ora, e allo stesso tempo di non soffocare l'ansia. Perché sono così difficile essere nel presente, nella suola della realtà umana? Una delle ragioni - puramente fisiologico: il cervello a che proprio non si adattano. "Non abbiamo alcuna autorità speciale per prendere questo momento di tempo, in contrasto con, ad esempio, dal gusto o l'odore" - ha detto neuroscienziato Pierre Buzet (Pierre Buser) *. Per capire il corso del tempo, guardiamo l'orologio che in realtà mostrano solo numeri. Noi percepiamo tempo completamente diverso: un'ora nella poltrona del dentista sembra un'eternità, una settimana in vacanza - un momento. Inoltre, si tende ad espandersi ora, involontariamente colorare solo si è verificato e ciò che sta per accadere - proprio come ci colleghiamo le singole note in accordi e la melodia. C'è una sensazione che ormai ci sfugge, non è dato nelle mani e, mentre noi diciamo che dobbiamo godere di loro (e, naturalmente, appendere un quadro di Facebook), che è già passato irrimediabilmente ...

La quarta dimensione

La frase "qui e ora" - delle chiamate al "hic et nunc". versione latina usata non è filosofico, ma piuttosto utilitaristica: per indicare che qualcosa (per esempio, il pagamento del debito o resa) avvenga immediatamente, sul posto. Se stiamo parlando di tua vita, allora ci vuole necessariamente luogo "qui e ora" (se non abbiamo una macchina del tempo o di un clone). Allo stesso tempo, veramente capire e sentire come vivere nel momento presente, siamo in grado di sentire raramente - privilegio infanzia. "L'immagine del mondo da cinque-sei anni non c'è passato e futuro, sono così spontaneo perché spontaneo e gratuito, - spiega Gestalt terapeuta Maria Andreeva. - Crescendo, cominciano a costruire una causa-effetto relazioni. A poco a poco, appare la responsabilità, e le restrizioni e obblighi in relazione a se stesso ". In serata, il bambino parla di ciò che è accaduto durante il giorno, poi si rende conto che per le prestazioni di domani nella scuola materna ha bisogno per preparare oggi ... la vita adulta Così sta gradualmente tornando al vivaio. Ma gli adulti hanno la possibilità di ri-sperimentare il senso di libertà, spensieratezza, la pienezza della vita senza tempo: in momenti di felicità, affascinati dal gioco o semplicemente a guardare il mare o al fuoco. peso adulto medio - tenere a mente i piani per il giorno, una settimana, un mese, analizzare gli errori del passato e preparare i futuri successi, esperienza estrarre e anticipare le difficoltà ... "Per un adulto a pensare solo al presente sarebbe irresponsabile, infantile, infantile" - dice Maria Andreeva. Non per nulla, perché noi non approviamo di chi vive per oggi, - non hanno le dimensioni, le prospettive, gli obiettivi.

Poi chiedo al terapeuta della Gestalt alla domanda principale - qual è l'ambito "vivere nel presente" per me, una donna di 38 anni, madre di due bambini? E ho una risposta semplice: "Emotivamente e coscientemente vivo ciò che sta accadendo a voi. Essere disponibile alle proprie emozioni, non rifuggire dal dolore, non ritardare le sensazioni sgradevoli "per dopo" e non mi impedite di gioire. Per vivere con quello che abbiamo, ogni momento ... "

Jon Kabat-Zinn, "Ovunque tu vada - sei già lì"

Rendetevi conto ora e proteggersi dagli effetti del passato e del futuro aiuta la meditazione. Il libro contiene raccomandazioni pratiche per lo studio, progettato per i principianti e gli amanti orientali avanzati (classe 2001).

La pratica della presenza di

Sì, ho capito di cosa si tratta. psicologo americano Ellen Langer (Ellen Langer) ritiene generalmente che l'attenzione, la consapevolezza - qualcosa che manca di più, per sentirsi vivi. Se ci guardiamo intorno al, premuroso, sguardo aperto di mentalità aperta, siamo in grado di vedere il mondo "come la prima volta"; se si fa uno sforzo per guardare da vicino, noteremo i nuovi colori, odori e suoni, piccole modifiche derivanti opportunità. Automatismo, al contrario, tagliato fuori dalla realtà della nostra coscienza: siamo in macchina per la casa, a pelare le patate o andare su una strada familiare "con il pilota automatico", pensando allo stesso tempo, qualcosa di diverso.

"Qui e ora - uno dei principi di psicoterapia, che consente di organizzare l'attenzione di una persona, così si è concentrato su ciò che sta accadendo in questo momento, distratto da pensieri, ricordi del passato o il futuro - spiega lo psicoterapeuta esistenziale Svetlana Krivtsov. - St. Augustine ha introdotto il concetto di "vero presente": si tratta di uno stato d'animo in cui si è interamente focalizzata su ciò che sta accadendo. Attenzione quindi estremamente importante per comprendere l'essenza di "**. saggi orientali hanno da tempo notato: non importa quello che facciamo, ma come lo facciamo. Nel libro, psicoterapeuta Abby Seyshez "Trovare il fiume nascosto" leggere: "Ci sono due modi per lavare i piatti. In primo luogo, lavare i piatti per era pulito, e il secondo - lavare i piatti, lavare i piatti. Se per il rumore dell'acqua, pensiamo solo una tazza di tè, che è davanti a noi, e cerchiamo di farla finita con i piatti come noi non viviamo nel più breve tempo possibile - non è in grado di realizzare il miracolo che è la nostra vita "***. Personalmente, mi fido di lavare i piatti lavastoviglie, ma diversamente concordato - a notare e godersi il momento attuale è difficile non solo a me, ma anche a molti dei miei amici. Riunione, noi risolvere il passato ( "Ma prima ..." oppure "Se ... allora"), limitando così le loro opportunità di oggi. "Tuttavia, è stato necessario per me per andare in architettura, - mi piace dire il mio amico Sasha, perfetto traduttore. - Sarebbe il progettista e sarebbe cento volte più felice ". "Ancora e ancora perdere situazione, ci sembra di ripristinare un corso favorevole dei fatti, nella speranza che in fondo alla fine qualcosa cambierà," - spiega l'analista Denard Katia (Katia Denard). Inconscio, Freud riteneva estraneo durante il tempo: eventi spiacevoli molti anni dopo freschi e pertinenti, come se fosse successo a noi ieri. "L'esperienza (e masticare) passato, ha senso, se cerchiamo di imparare da ciò che è stato, per capire dove e quando fare un errore, passo falso - sottolinea Maria Ande NN Andreev. - Tale pensiero significa: usiamo il passato come un'esperienza che ci aiuta a concentrarsi nel presente e guardare al futuro ".

"Cogli l'attimo!"

"Carpe diem" - il richiamo del filosofo greco Epicuro (... 341-270 aC) è spesso interpretato come un invito a binge con un pasto abbondante, eccessi sessuali e la soddisfazione di tutti i desideri. Tuttavia, un edonismo ragionevole in realtà richiede fermezza e diligenza, così come la capacità di vivere nel presente, di trattare con maggiore ansia: la paura della morte. Nel suo famoso "Lettera a Menek" Epicuro dice che è inutile preoccuparsi di un ipotetico futuro e sconosciuto sui quali non abbiamo alcun controllo. L'ansia per il futuro rovinare solo il presente. Epicuro si propone di prendere quattro regola fondamentale: non abbiate paura degli dei, non temere la morte, è facile da raggiungere e vincere bene il dolore. Questo modo di vita "che l'anima non era preoccupato," Epicuro chiama Ataraxia - la pace della mente. IZ Vedere anche: "Epicuro, ragionevole egoista"

Il tar cucchiaio

Supponiamo siamo stati in grado di prendere finalmente radice nell'unico MiG tra passato e futuro, che in realtà appartiene a noi. Ahimè, godere della felicità di "qui e ora" ... evoca un senso di colpa! Noi in realtà non ha fatto per avere successo, felice, felice - come se ci fosse qualcosa di vergognoso, come se non meritiamo. E temiamo che tutte le cose buone si concluderà il modo più orribile. "Non rallegratevi troppo, non durerà a lungo," - sussurro tranquilla voce e veleni qualsiasi progresso e divertimento. Non permettetevi di godere della felicità, per alleviare le sofferenze delle sue perdite future. "Ogni esperienza forte (la gioia, l'amore ...) passa in fretta, ed è giusto così, altrimenti ci sarebbe bruciare come una lampadina - Maria Andreeva spiega. - Quello che ci ha deliziato ieri, un mese diventa un'abitudine. Ecco perché, quando la vita viene qualcosa di buono, bisogna viverla nella sua interezza, quindi di non aver paura di lasciarsi andare. " Comprendendo questo, ho deciso di provare ... solo per essere felici. Lasciando la mattina con mio marito, non penso di più il fatto che a causa del lungo addio uno di noi è in ritardo con precisione e la resa completamente questo momento dolce. E all'improvviso ho capito che nervoso e in fretta, non a causa della paura delle autorità. Ho interferito con la mia paura di diventare un po 'più vicino a un'altra persona, di perdere il controllo, di sciogliere l'altra ... davvero essere qui e ora, nella piena consapevolezza di quanto sta accadendo, quindi correre il rischio: che in una forma o nell'altra tornerà al passato con le sue rimostranze e fallimento, ripete ciò che era già uno e niente di buono, non ha comportato. Ad esempio, una volta avevo voluto chiudere un grande ... e oggi per ottenere bruciato ancora una volta, ho sempre notato quando io e mio marito andare un certo aspetto, e subito cominciano ad essere distratti, a pensare a cose. Cioè io sistemo tutto in modo da non essere aperto, di non rivelare i suoi sentimenti.

Il meglio sta accadendo ora?

Eppure io voglio imparare a regolare il mio rapporto con il presente. Si noti la sua vita, non solo quando sono aggravati tutti i sensi: in un nuovo rapporto, un nuovo lavoro, una vacanza ... Apprezzare al solito, i cambiamenti di preavviso, vedere il mondo senza pregiudizi. Per osservare se stessi nel presente, a volte è sufficiente ... basta aprire il registro! Come ha fatto il nostro lettore Julia Moricheva. Ecco un estratto dalla sua lettera: "Oggi, a piedi al lavoro, mi sono reso conto che il sentimento della vita" qui e ora "nella sua interezza e la diversità mi ha dato la vostra rivista. Meglio non dietro, non davanti a migliori - qui si sta già accadendo ora! Viviamo ogni momento, e che era perfetto, abbiamo bisogno di capire chi siamo e perché siamo qui. " E poi ci sentiamo: essere presenti nella nostra vita, possiamo davvero fermarsi un attimo.

precedenti "bande nere"

Triste notizia, grave malattia, la morte di una persona cara ... Siamo pronti a dare tutto solo per dimenticare gli eventi spiacevoli come un brutto sogno, improvvisamente si trovano in un altro luogo, in un'altra realtà. Tuttavia, anche le emozioni negative giocano un ruolo positivo nella nostra vita, ricorda Gestalt terapeuta Maria Andreeva: "Dovrebbero essere data la stessa quantità di rispetto e di spazio come diamo una sensazione positiva: poi faranno il loro lavoro e lasciare in passato, trasformato in un'esperienza. Se abbiamo volutamente perdere la sensibilità, in modo da non provare dolore, la perdita, la tristezza, la devastazione, la rabbia, se zazhmurivaemsya, come nei film quando lo schermo inizia terribile episodio. Ci basta premere il tasto "pausa". A volte aiuta a sopravvivere una pausa - il dolore è così grave che la persona non può che "riciclato". Abbiamo bisogno di riprendere fiato, riflettiamo su ciò che abbiamo già visto, e solo allora continuiamo a guardare il vostro "film". Dopo tutto, in ogni caso, dobbiamo guardarlo fino alla fine. Sopravvivere al dolore, dolore, rabbia - otplakat, subire la loro, senza aver paura di questi sentimenti, senza negare. Solo in questo modo siamo in grado di integrare il "peggiore" nella sua vita ". * P. Buser "Temps, instant et durée. De la philosophie aux neuroscienze "(Odile Jacob, 2011).

** R. Agostino "Confessions" (Azbuka Azbuka-Attico, 2011).

*** E. Seyshez "Trovare il fiume nascosto. Sei passi per la compostezza "(Discorso, 2010).

Kate Kholopova, 39, Direttore Corporate di pubbliche relazioni a Estée Lauder in Russia e CIS

"Per essere in forma e ascoltare se stessi"

Un compito difficile - per godere la vita quotidiana

"Ho provato diversi sport e si rese conto che come un esercizio, che, ne sono sicuro, sono necessari per tutte le donne che vivono nelle grandi città, la maggior parte di tutto quello che si avvicinano l'allenamento della forza - sollevamento. Faccio tre volte alla settimana per 14 anni. Che cosa significa questo mi dà? Ho smesso di condurre una sorta di vita in cui la mobilità è stato combinato solo con lo stress. Ciò che a nulla di buono non lo fa: è necessario, al contrario - per sottolineare le proprie reazioni, come nella vita reale non si trasformi in una gelatina. E anche se io ancora lavoratore molto inquieta, ora non mi fermo mai in modo costruttivo, so come trattare con diversi tipi carica obiettivo - con metodo, senza fare tutto in una volta. I tre approcci, come nello sport.

Il mio "oggi" non esiste separatamente dal passato e il futuro, è organicamente intessuta nella corso della vita. Per tenere il passo con tutto il necessario per essere in forma, senza la solita sensazione di molti: "Tutto accovacciato skukozhilas e qui - graffi sul posto di lavoro ..." Tre volte alla settimana devo pensare solo sulle proprie sensazioni corporee - quello che i muscoli devono ora lavorare e funzionante. Mi insegna a controllare il corpo, essere resistente, disciplinato, ascoltare se stessi più. Mi interessa è che i muscoli erano in buona forma a poco più teso di quanto lo siano (per me) confortevole. E non ho bisogno di limitarsi al fatto che, come oggi, per il bene di un mitico prospettive future ". Registrato Elena Shevchenko