Sulla libertà

Sulla libertà

per leggere, ascoltare - e più ricordato lutto qualcuno: così tanto parlare di libertà e così poco popolo libero. Sembra che la "libertà di incontrarci alla porta felicemente," e tutti saranno contenti perché, come osservato da Ernest Hemingway: "Il toro nell'arena, troppo nevrotico. Un prato che un ragazzo grande ... "E in risposta S. Kierkegaard:" La gente non godono della libertà che essi hanno, ma richiedono che, se non hanno ".

Ci sono tre definizioni che compongono quello che io chiamo il triangolo della libertà.

Il primo è "bisogno percepito" (Marx). Ma non forzato, Forzare qualcosa o qualcuno, e la necessità per l'uso interno - qualcosa senza la quale non posso essere me stesso. necessità esterna può essere interna, e non può essere. Può generare una forza di spinta per aiutare emergono, quando viene premuto a fondo di non libertà. Ma lei - non la libertà.

Il secondo appartiene a F. Niringu: "la capacità di essere e diventare" Inoltre non è puramente esterna. Molto spesso vediamo esempi di come utilizzare tutte le opportunità offerte dalla vita delle persone e non poteva essere e diventare. Questo aspetto della libertà è nato ed esiste nel dialogo esterna ed interna.

Il terzo appartiene a M. Mamardashvili: "... questo è ciò che riposa nella libertà degli altri, e questo è il mio ultimo condizione". La libertà da ledere la libertà di un altro, perestaet essere libero e cadere in potere di schiavitù rispetto ad un altro, il possesso, la soddisfazione di per sé privo di sensi ... Se riassumere, la libertà - ed essere consapevoli della necessità di farli, almeno non un ostacolo, ma al massimo - contribuire alla realizzazione dello stesso bisogno di un'altra persona. In questa comprensione della libertà - una cosa sempre probabilistica, non causale, e l'individuo, e non generale. E in effetti, come Vladimir Ilic ha scritto: "La ragione per cui non è affatto la ragione, a patto che non funziona." Scivolando sul petrolio fuoriuscito Annushka - non necessariamente cadere, specialmente sotto il tram, tanto più che egli scattò la testa.

Quindi, per definizione, prendendo la responsabilità per l'ambiguità dei risultati. Ciò non impedisce la previsione delle conseguenze delle loro azioni e la ponderazione del rischio delle esposizioni. Vorrei anche dire che la responsabilità si assume semplicemente richiede loro e allo stesso tempo prende risultati insicurezza. Grattò la testa di fronte a una pietra al bivio e andate a destra, mi prendo la responsabilità di come e cosa che cercherò di fare in questo modo, e per che cosa, evitare di percorso sgradevole e pericolosa a sinistra, non ho ricevuto le buone cose che Nem lì. Libertà mette sempre la scelta, e il rifiuto di scelta - una scelta troppo. È perché la libertà comincia improvvisamente a sembrare eccessivo carico? Dove, come è più facile vivere in un flusso ordinato, non illuderti elezioni di testa - lasciate flusso trasporta. La mancanza di libertà interna libera di prendere, la responsabilità psicologica interna personali bloccando la possibilità di una tale decisione, ma non è esente da responsabilità per i risultati. la paura nevrotica di rane non solleva la persona che sa nuotare dalla responsabilità e dal rimorso per quello che aveva per paura arroccato sulla riva del rane non ha cercato di salvare un annegamento. Il grado di libertà e di assunzione di responsabilità sulla sostanza e forma la principale misura della condizione e benessere psicologico. Se la danza virhovskogo da alcune malattie - "La vita Bound nella sua libertà", l'uomo viene a me, quando mi sento solo di fronte a questo vincolo, di cui vuole essere libera e scegliere di farlo. E insieme abbiamo svelare le centinaia di thread, che le mani ei piedi impigliati, come lillipuziani di Gulliver, la sua vita.