Computer mi fa prendere dal panico

Computer mi fa prendere dal panico

Svetlana, 48 anni, account manager con i clienti

"Quando in ufficio installato il nuovo software, ero molto preoccupato: non riesco ad adattarsi, e nei miei colleghi più giovani non ha avuto difficoltà. Ma ero in imbarazzo a chiedere loro aiuto. Avanti - peggio ancora, ho appena caduto in uno stato di torpore, ho sentito che la mia impotenza vedere tutto, e la mia qualifica in questione. Ciò è continuato fino al giorno il boss, notando la mia angoscia, non è ammesso che era un laico in informatica. "Anche io!" - gridai con sollievo, ed entrambi abbiamo riso. Questo momento ha cambiato tutto. Come nel mio "guerra" con il computer ho avuto un forte alleato. Mi sono reso conto che io sono più forte, non esitano più a fare domande, e ho cominciato a ricevere molto meglio! "

"Il computer - uno strumento per risolvere i nostri problemi, ma alcuni dimentica spesso su di esso e iniziare a vederlo come un sistema ragionevole, che di per sé è una cosa decide e compie azioni - riflette uno psicologo cognitivo Maria Falikman. - Ad esempio, quando viene visualizzata la finestra di conferma sullo schermo, "Vuoi veramente chiudere questa applicazione?", Un uomo immagina che ha chiesto una questione vitale ". C'è solo un passo per il riconoscimento che il computer ha una volontà propria!

Sto perdendo il controllo. "Questa è la proprietà della psiche umana - si tende ad animare sistemi complessi, il cui principio è chiaro che non finisce" - continua lo psicologo. Così i nostri antenati adoravano le forze della natura, essi prozrevaya terribili divinità - arbitro. Qualcosa di simile e ci sentiamo quando si preme il tasto sbagliato, vedere la "it" cancella il documento desiderato. Il meno si corre, più "it" ci governa. "La stessa sensazione al volante di un pilota inesperto - Andamento confronto psicologo. - Se non è in pieno controllo della macchina, e la macchina fa qualcosa contro la sua volontà e, nonostante le sue intenzioni, diventa spaventato. Imprevedibilità e incontrollabilità - le principali fonti di impotenza ". Mi sento Seduti davanti al monitor, rimaniamo uno contro uno con il mondo della logica, della matematica, eppure molti di noi li hanno in difficoltà. "Coloro che sono inclini a percepire il mondo più a livello di sentimenti ed emozioni, in caso di malfunzionamento del computer subito pensare che sia colpa loro che hanno fatto qualcosa di male, - dice di imparare specialista di psicologia Fabien Fenouillet (Fabienne Fenouillet) . - Inoltre, colui che come un bambino non è stato permesso di rompere e rovinare il giocattolo non ha sperimentato il suo potere sugli oggetti. Pertanto, una tale persona è più probabile che si sentono la superiorità delle cose su di esso. " E sente la voce di un rigoroso genitore a questo giorno: "Non toccare, e poi romperlo"

Ho paura del giudizio. "Nell'era dell'informazione, siamo costretti a esporre ciò che era sempre stato nascosto da parte di estranei," - osserva l'analista Joseph Ruzel (Joseph Rouzel). Grazie alle reti di computer, il nostro lavoro è disponibile per la visualizzazione colleghi grezzo, con tutti i difetti e gli errori, ognuno dei quali può essere visto, leggere e commentare. Vivere sotto la supervisione - un calvario "in particolare per coloro che sono alla ricerca di riconoscimento al lavoro", sottolinea l'analista: "Coloro che non hanno sufficiente attenzione e l'approvazione dei parenti nel momento in cui la mentalità somma, difficilmente il coraggio di comparire davanti al Tribunale di estranei". Di conseguenza, v'è l'avversione al computer - una sorta di meccanismo di difesa.

Cosa devo fare?

Piano d'azione

"Si può spesso mi ricordo che il computer non è un elemento e non esprime la volontà degli dei - ricorda Maria Falikman. - Questo, anche se "intelligente", ma solo una macchina. Inoltre, può essere imperfetta: i programmatori a volte commettono errori. Fare un piano delle loro azioni sul caso di guasto nel computer. Che cosa intende fare -. Leggere le istruzioni, chiamare un amico, chiamare lo specialista ... E 'utile fare in modo che il numero di telefono è risultato essere a portata di mano " Credete in voi stessi

Esso si basa la fiducia nelle loro capacità di contribuire a corsi di informatica. "Il vostro obiettivo finale - a fare uso gratuito di un computer. Ma il modo per realizzarla sarebbe più divertente, se si immagina che si tratta di un gioco o di avventura - ha detto Fabien Fenouillet. - Esplorare i misteri del web o la lettura di tutti i "ripieno" dispositivo (processori, memoria, disco rigido), è possibile liberarsi della paura del computer e ottenere il piacere di lavorare con lui ".

Paragoni agli altri

"Pensando al computer come un problema, guidiamo noi stessi a un punto morto e cominciano a soffrire sul serio. Che non è venuto, è meglio non drammatizzare la situazione, "- ricorda Giuseppe Ruzel. Confrontando te stesso con gli altri utenti del tuo livello, possiamo vedere che la maggior parte hanno difficoltà simili. Invece di spendere tempo su autocritica, è possibile utilizzarlo per imparare e andare avanti.