"Amico" su Facebook: aggiungere o rifiutare?

Confermare o ignorare la richiesta di aggiungere alla tua lista di amici - i soliti passaggi per gli utenti. Molto spesso accettiamo "amici" piuttosto che respingere la proposta. Tuttavia, la possibilità di salvare se stessa implica la volontà di dire "no".

è spiegato in amicizia, dichiarare la sua esistenza non è particolarmente fatta. Tuttavia, ognuno di noi ha bisogno di connessioni sociali, stabilire relazioni con altre persone - questo spiega la popolarità dei social network.

Una famiglia? I suoi amici nella vita reale siamo lieti di aggiungere alla lista di amici su Facebook, ma molti confondono l'offerta di amicizia da parte il suo capo, la madre o la sorella minore. Alcuni di noi facile ignorare tali richieste, altri a malincuore, ma ancora li sostengono pure. Si scopre, Facebook ci costringe a mescolare le diverse aree della comunicazione: il lavoro, gli amici, la famiglia? "La gente Correlati spesso si aspettano che noi abbiamo da loro è un mistero - afferma lo psicologo Eugene Osin. - Infatti, per condividere le loro esperienze a noi a volte è più bello con i colleghi o semplicemente amici - che noi, forse da nessuna parte, tranne il web, e non vedono. Exit - di personalizzare gruppi di amici, in modo che i visitatori della ristretta cerchia degli altri non vedono ".

tra estranei. L'appartenenza a un determinato gruppo ci dà fiducia. Tuttavia, Facebook, costruita sul principio di "amici dei miei amici - i miei amici," ci impone la legge del gruppo di dieci, venti, trecento amici ... "Accettiamo i termini di tutti, se non abbiamo una chiara comprensione dei loro confini e desideri in continua espansione - quello in realtà stiamo aspettando; come sarà un bene per noi, - dice Evgeny Osin. - Ma se ci sentiamo chiaramente con qualcuno disposto a condividere lo spazio virtuale privato, sarà più facile per delineare i confini del loro gruppo ". E si rifiutano di accettare il rifiuto stesso. Per affermare la sua identità all'interno della comunità non è sempre facile, ma è questo è l'arte di essere se stessi. "Ad accettare di essere amici è più facile che per respingere la proposta, - dice lo psicologo sociale Caterina Dubovskaya. - Dopo questa azione, che deve essere approvato da una spiegazione collettiva, chiara e senza. Fallimento, una risposta negativa ci costringe a cercare argomenti (anche a se stessi) e quindi richiede uno sforzo maggiore. " Dire "no" - che significa essere in grado di aprire senza provare sensi di colpa, per spiegare il suo rifiuto di ammettere una persona in qualche parte della nostra vita. Ciò presuppone la disponibilità ad accettare il rifiuto degli altri. Entrambe le competenze abbiamo bisogno, se vogliamo preservare la libertà di scelta.

Conoscendo

Come si dice "no"

Di respingere la richiesta di qualcuno per aggiungere alla vostra lista amici, basta cliccare su "Non ora", e quindi eliminare la richiesta. Se l'utente ripete la sua richiesta, può essere "bloccata" con l'invio di una lista nera, o scrivere un messaggio personale, spiegando il motivo del rifiuto.