Non mi piace cucinare

Non mi piace cucinare

"Una parola mi fa malinconia, - dice 33-year-old Elina. - Non ho idea di cosa fare, mi stanco in fretta a perdere tempo con il cibo, controlla la ricetta, attendere ... "Forse, la cucina - come un hobby: uno simile, altri non lo fanno? "L'arte di cucinare è diverso da un giorno all'altro la cucina come galleria preta-porter pereshito da abiti di mia madre - certo famiglia psicologo Inna Shifanova. - In un caso - la creatività, il vostro desiderio, il piacere; negli altri - la pressione delle circostanze, necessario. Per molti, la cottura - dovere famiglia: le prestazioni non causa la gioia, e il fallimento provoca un senso di colpa ".

Sono uno che non si insegna. il cibo di casa può trasformare un pasto in una vera e propria festa. Per esempio, nella famiglia dei miei amici una volta l'anno sta andando a una ventina di persone - da generazioni diverse, provenienti da diverse città - e un paio di giorni insieme sotto le lunghe conversazioni gnocchi stampo. E poi mangiare non tutti, del blocco e portare con sé, per compiacere i propri cari, che non poteva uscire. Ma non in tutte le famiglie, ci sono tradizioni legate alla cucina casalinga. Chi di noi non ha avuto l'esperienza di riunioni di famiglia, e potrebbe diventare una sortita congiunta sulla natura e riscaldato nel fuoco di altri prodotti alimentari in scatola per una tale esperienza. Inna Shifanova osserva che "in età adulta è difficile risvegliare il loro interesse per la cucina e cominciare a godere di ciò che si cucina con le mani, se un bambino di età superiore non ci ha attirare alla cottura, incoraggiare i nostri esperimenti."

Ekaterina, 39 anni, un insegnante

"Anche quando sono andata a vivere da sola, mia madre spesso ha portato a casa con me in pacchetti e scatole la sua" casa ". Mi sono comprato qualcosa di pronto e detto a tutti che è privo di cottura talento. Ma una volta mi è stato divertente un amico torte di mia madre, in attesa di sentire il solito in questi casi, l'entusiasmo, ma invece ha improvvisamente detto: "Mi dispiace, ma c'è troppo olio, non riesco a mangiare." Me come un fulmine ha colpito: la cucina di qualcuno mia madre non è piacere! Strano, ma dopo che mi sono sentito molto più libero in cucina ha cominciato a cuocere le verdure come amo, e ora anche una cena cuoco, compresi la composta a terzi. Tuttavia, questo è solo nei fine settimana ... "

Ho paura di fare qualcosa di sbagliato. gnocchi e zuppa della mamma, insalata "firma" di mia madre ... per molti è - un esempio insuperabile. E noi catene paura: e se il risultato delle nostre opere la cucina hanno qualcuno non piace, e cosa più importante, tutto ad un tratto si otterrebbe peggio di mia madre? Cioè, molti di noi non è che non mi piace sono, ma semplicemente non hanno il coraggio di cucinare, perché hanno paura di non essere all'altezza delle aspettative come le persone intorno a loro così come loro.

Il sentimento di protesta. Il cibo che la madre sta preparando per il bambino, simboleggia il suo amore per lui. "Ma a volte è l'unica manifestazione di amore, - spiega Inna Shifanova - sostituisce il dialogo, divenendo pichkanie o ricatto emotivo (" Voi con la vostra salute richiede una dieta, ma posso fornire "o" Sono nel negozio, alla piastra, poi con i piatti, e si ingrato (tH) non apprezzano "). Come risultato del bambino o che trattiene e gradualmente adotta questo atteggiamento verso il cibo (uno dei risultati può essere in sovrappeso), o resistere - e poi tutto ciò che è collegato con la cucina, comincia a provocare il rigetto ". Non è per amore per la cucina!

Cosa devo fare?

Per capire le loro motivazioni

E 'importante capire che cosa li motiva quando si arriva al piatto. V'è una differenza significativa tra il "ti amo e voglio farti dolce", "presento a voi, e ho paura che sei arrabbiato," o "Tu sei qui per fare con esso, io faccio solo, come di consueto." Solo nel primo caso si apre il modo di lavorare. E la paura, senso di colpa e il debito lo ostacolano. Per l'arte culinaria, come ogni altro, richiede una libertà interiore.

Libero dal senso di colpa

"La strada per il cuore di un uomo è attraverso il suo stomaco", "buona madre, una buona alimentazione", "la cottura - una tendenza moderna: chi non preparare, al passo coi tempi" ... No, non siamo obbligati a seguire una di queste idee! E 'meglio lasciare da soli da soli e attendere che si vuole provare a cucinare qualcosa per curiosità o per divertimento. E non soffrire se questo non accade.

creare

Provate a fare esattamente come qualcun altro ... Che noia! Ascoltate i loro desideri. Acquistate cibi che ti piace, disporle in un pasto come intuizione ti dice. Sarete sorpresi di quanto si sa. Ricettario non è necessariamente gettare -, ma lascia che sia solo un voto deliberativo, ma non decisivo.