Elizabeth Listova: "Ho sempre andare per la sua strada"

Elizabeth Listova:

Elizabeth Fogli 38 anni. Giornalista, critico teatrale, ha lavorato nei programmi "tubo catodico" (TV-6), "Recentemente", "Oggi", "risultati" (NTV), ha portato la notizia in TV-6 e TVS. Oggi è - un corrispondente speciale del canale "Russia". Autore della serie di documentari "impero sovietico", in cui ha fatto nove film (tra i quali: "L'hotel" "" "" impianto idroelettrico di Mosca Krusciov Bratsk '' Grattacieli "" Metro '), il festival vincitore' ArtDokFest "e un club informale Telepress (entrambi nel 2009). Sposata con il giornalista Yevgeny Revenko, madre di cinque figlie Fede.

Chi sono io?

Elizabeth Listova:

"Io - questo è l'uomo con cui non ho mai annoiarsi. Non si tratta di narcisismo - una doppia personalità. Abbiamo due di questi, alla testa di un dialogo interno costante, il più audace di tutti, mi permetto. In sé tutte le possibili - nessun argomento adatto. E la vita precipita cabina. La libertà vale per la maggior parte delle famiglie e gli amici, che non è sufficiente. Come fanno da me soffrire ... La comunicazione come verso l'esterno, un mondo sconosciuto pieno di un sacco di importante per me alle convenzioni non essere invadente e non trascura l'attenzione, per non offendere, non umiliare, non umiliare se stesso ... Io non sono un buon oratore, stand inadatti - in breve, pallido carattere. Il conflitto non può prendere esplicitamente posizione, da un lato, perché capisco la logica dell'altro. Selezione - la cosa più spiacevole che devo fare nella vita. Sempre andare per la propria strada. Anche se con tutto - che, per qualsiasi loro ragioni. So sempre quello che voglio, ma non mi piace per formularla - non diventare unico e noioso ". "Amo i miei sogni" "Questo è dove la libertà è, questo è dove devo prenotare e l'uscita di sicurezza della cortina di ferro della vita di tutti i giorni! Se la macchina inventata per la registrazione e la riproduzione di nuovo, vorrei usarlo. Come non scrivere un magnifico sfilata di pianoforti a coda, che viaggiano lungo la Tverskaya chilometri dalla Piazza Rossa e il sorriso l'intera larghezza della sua tastiera bianca! Uno, rosso, ricordo, era una vela bianca ... Forse sono troppo avanti i loro sogni e quelli dei loro animali da compagnia in modo che perdano tutta coscienza. E si scopre in incubi di un profondo e di un elaborato con un giorno lungo retrogusto. Sogni - E 'la cosa peggiore che abbia mai visto in vita mia. Ma se il sogno potrebbe annullare - quello che alcuni compresse o iniezioni - non avrei mai scambiato il mio illusoria la libertà della notte sul resto della notte illusoria del ".

"parola Sono rimasto scioccato Nabokov"

Elizabeth Listova:

"Un libro di Nabokov - credo che sia stato ancora compensato duplicatore libro dei suoi racconti - ha portato inavvertitamente in casa, come la peste, il mio padrino. Poi ho dovuto leggere per programma scolastico Chernyshevsky Nabokov ... ho ingoiato, e avevo nemmeno respirato per tutta la notte. E al mattino, onestamente venire a scuola alle otto del mattino, sono andato a passeggiare intorno a Mosca. E non trovare un posto per se stesso, pensando al potere delle parole, chiedendosi come può essere - la parola e la parola è quello di creare ... Studio Cernysevskij incoronato saggio in cui non ho scelto parole. La mia meravigliosa insegnante di lettere nella scuola generato madre. Dettagli della loro conversazione sono a me sconosciuti. Credo che entrambi erano scontenti con la frequente ripetizione della parola "nonsense" e "nonsense". Più tardi, ho imparato ad essere più attenti. "

"Mi fa male quando si lascia il passato"

Elizabeth Listova:

"La mia idea di una monumentale (serie di documentari" impero sovietico "-... ndr) è passata da un dolore del tutto personale. Catcher corsie nativi scomparendo come Il giardino dei ciliegi, sotto la pressione della nuova Lopakhin - l'uccisione di infanzia, da cui solo la casa rimase. Mia mamma camminato per le stesse strade come me e mia figlia sarà andato. Non ho fatto vedere il suo dei suoi cantieri, casa con cariatidi, come mia madre, invece, è ora Building. E non le dico dove ho trascorso la mia infanzia - questo posto non è più. E quando tutto l'immutabili diventare instabile, ho avuto l'idea di fare un film con cemento e caratteri fissi. Per sapere cosa continuano a e sulla cui parola d'onore. "

"regola Krymova insegnato"

Elizabeth Listova:

"E 'stato difficile imparare a controllare voi stessi, educare i vostri emozioni e pensieri quando diventano il mio strumento professionale, come un martello o altro microscopio. Un primo esempio mi ha dato Natalia A. Krymov critico teatrale, pensatore del teatro, il padrone del mio corso di GITIS. Qui la cultura del pensiero e della cultura dei sentimenti! Come esattamente è stata la sua brevità, di profondità - nella sua semplicità. In me suona sempre la voce liscia. Le sue parole frustrati occasionali gocce pesanti - non importa se con la penna, sia con la lingua - e cadde rumorosamente. Ora mi sento:. Queste sono le gocce che pietra per affilare "

"La vacanza, che è sempre con me"

Elizabeth Listova:

"La casa è stata fatta dato l'ispirazione, nessun residuo ed è considerato la principale occupazione. Fino agli ultimi giorni non ha lasciato il nonno strumento (compositore sovietico Konstantin fogli - Ed ...), anche se dopo il famoso "Canto della spesa," non poteva più comporre nulla. Mamma, critico teatrale, è stato perso nel teatro dalla mattina alla sera. Il loro lavoro era la sua vita. Questa pratica vizioso e ho ereditato. Il mio lavoro - è "una vacanza che è sempre con me." Si potrebbe pensare che se si fa un rapporto sulle notizie o storico, basta seguire un contorno cronologico. Questo non è così, dovremmo tutto il tempo per fare qualcosa per confrontare, pensare e venire con ... Non è mai per un attimo interrotto dal pensiero sulla questione, e hanno il mio essere. "

"Questo uomo non può morire mai",

Elizabeth Listova:

"Sapevo di sicuro in una sola volta. Dal momento in cui lei prima impressione sulla vita umana strisciato l'intorpidimento finale notte nel mio lettino. I-parola è "morte" non è ancora noto, ha progettato alcuni nodosa "umerst". Ma la maggior parte ha paura per mia madre. Mamma mi sembrava fragile, e io ero assolutamente sicuro in questo semidesyatipyatiletnem bello. Egli non ha portato in su, ha appena entrato con me. Lui non ha letto mi qualsiasi storie o annotazioni. Ha appena stato. E spesso contato la notte: quando sono 16, che sarà 87 quando avevo 24 - era il 95 ... I 33 ° 104, ho 54-125 lui ... io - lui, me - a lui ... E alla fine ultimo mi addormentai, sapendo che tutto andrà bene una volta ce l'ho. E 'morto quando avevo undici anni. Ci fu una lunga pausa interno, qualche anima in silenzio. Quando finalmente qualcosa si mosse, ha rivelato uno strano cambiamento, amo non è più composta! Soprattutto da frutta secca, che abbiamo divorato pentole e gara. Per il resto, non mi sbagliavo: tutto molto buono, e cammina ancora con me - nei boschi vicino casa nostra - a volte a mio sogno più felice. Centro e la gioia del mio universo, il punto da dove viene e dove ritorneremo sicuramente il mio atteggiamento nei confronti della vita e dei suoi giri, la spiegazione di tutte le mie azioni. Il mio salvacondotto, mio ​​nonno. "