La famiglia, la culla della nostra personalità

La famiglia, la culla della nostra personalità

Comunicazione Hashe con il mondo esterno inizia molto presto. Molto prima della nascita dei sensi del suo bambino sono in grado di percepire le informazioni dall'esterno. "L'apparato vestibolare, che risponde alle variazioni della posizione della testa e del corpo nello spazio, inizia a lavorare nell'embrione a 6 settimane, la sensibilità della pelle appare nel 10, gli organi dell'udito - 14 settimane. Questo è il quarto mese dopo il concepimento il feto sente che la sua madre si sente, sente la voce di suo padre e distingue il loro umore "- spiega lo psicologo perinatale Galina Filippova. L'uomo è nato, e al primo tocco, l'alimentazione, sorride, come una spugna, continua ad assorbire le emozioni ei sentimenti della gente lo amava - che si tratti di loro sincera gioia alla vista di un bambino o di un'irritazione mascherata.

"Contemporaneamente con la nascita comincia a formare il nostro" io", - dice l'analista Tatiana Alavidze - e questo processo è lo sviluppo senza fine. Madre, indovinando il desiderio del bambino, lo prende tra le sue braccia, parlando con lui - perché la comunicazione ha inizio. E abbiamo gente che fa semplicemente chiacchierare con l'altra persona; Il nostro "io" comincia a svilupparsi fino al punto in cui entriamo in contatto con i nostri genitori. " Un bambino piccolo completamente dipendente da adulti, non può sopravvivere senza un senso di sicurezza che gli dà persone vicine. È per questo che si sente bisogno vitale istintiva di appartenere a una famiglia in cui è nato: per sentirsi al sicuro, è pronto a condividere il suo destino - se necessario, anche a scapito di se stessi.

Per vivere tra loro

  • Un bambino ha bisogno di sentirsi parte della loro famiglia. Questa sensazione gli dà un senso di sicurezza, per il quale è pronto a condividere con la famiglia tutto - gioia e dolori.
  • L'identificazione con i genitori. Dedicata amare il bambino risponde a una qualsiasi delle parole e le azioni dei genitori, adattandosi all'immagine, che detta la sua famiglia.
  • Rusty - è quello di imparare a separare il bene dal male. Per rilasciare l ' "io", è necessario comprendere e rifiutare il male e alieno che v'è una storia di famiglia, tenendo per sé un buon vicino.

Ognuno di noi ha le proprie idee su cosa sia un "bambino felice." "Il meglio che si può fare per un bambino adulto - è quello di aiutarlo nella formazione di una armoniosa" I", - dice Tatiana Alavidze. - Il concetto di linee guida sociali e morali che egli riceve in famiglia vivrà in una società; stimoli emotivi - tenerezza e affetto, per la gioia del gusto, il gioco - avranno un impatto sullo sviluppo della sua sensibilità. Un riconoscimento del fatto che lui è una persona e ha i suoi punti di vista, aiuteranno a capire chi è, cosa vuole veramente, ed è stato capace di fare. "

Creare comprensione e un rapporto armonico non è così semplice. Se i genitori sono cresciuti in un ambiente accogliente, che sono suscettibili di prendere i loro figli per quello che sono e saranno in tutta la mia vita a sentire "posteriore al sicuro." Ma se un bambino di una persona che soffre di una mancanza di attenzione il padre e la madre, poi in un rapporto con i suoi figli, è probabile che giocare uno stile duro dei rapporti, che una volta sperimentato in prima persona.

hanno cercato di ottenere AMORE bambino pronto per molto: CATTURA MOOD nativo, organizzato sotto di lui ...

Un bambino è nato, e la famiglia prima di tutto cercano di "riconoscerlo come il suo": si guarda, lui è l'immagine sputata di suo padre (il nonno, bisnonno)! Ma se c'è qualcosa nella parte esterna del bambino ha ricordato ai membri di un parente della famiglia, che, dicono, non è accettato, allora è probabile che mantenere il silenzio "Alcuni di noi hanno un piuttosto vaga idea circa la sua storia di famiglia - dice terapeuta della famiglia Alexander Chernikov. -. E di cose come la violenza, il disonore, incesto o il tradimento, non possiamo nemmeno immaginare, perché gli anziani di solito cercano di nascondere la verità "scomoda" " "Quando i membri della famiglia sono felici con quello che sono - la famiglia, il bambino si sente - continua Tatiana Alavidze. - Certo, vuole essere amato le persone tra le quali vive, ed è pronto a fare di più: per catturare lo stato d'animo della famiglia e adattarsi ad esso, per sentirsi al sicuro. L'amore incondizionato che i bambini hanno per i loro genitori, basato sulla logica dei bambini: di appartenere alla famiglia - che significa essere simili a quelli da cui è ". Per amore, ci impegniamo a non loro preoccupazioni e difficoltà. 43-year-old Maxim lavora per una grande compagnia aerea. Prima di allora, non indugiare a lungo su qualsiasi lavoro, costantemente in contrasto con i suoi superiori. la psicoterapia ha aiutato Maxim a comprendere lo scenario in cui si è comportato più e più volte. E 'cresciuto con i nonni, e il nonno, che ha servito in passato, un importante posizione di leader, costantemente lo rendendo i loro commenti. Da adulto, ogni capo di Maxim sentito "la voce di mio nonno", e in cambio lo ha mandato la sua aggressività.

Consigli per i genitori

Ci sono alcune cose importanti che dovrebbero essere ricordate, se vogliamo aiutare il bambino a costruire il proprio "io".

  • Fissare dei limiti. Se il bambino è un bambino non ha una chiara idea di "ciò che è bene e ciò che è male", che la sua vita sarà come una intasato un incrocio senza segnali stradali e "Stop". Il bambino sarà più facile da navigare in una varietà di situazioni, se è il concetto di quadro.
  • di dire la verità sulla storia della famiglia. Un bambino può sperimentare l'ansia, riprende e integrazioni costruzione di quello che i genitori non osano dirgli. Di conseguenza, egli può ritirarsi e andare in un mondo di fantasia.
  • Non usare il bambino per riempire un vuoto emotivo. infanzia bambino che cerca di usurpare l'amore del genitore del sesso opposto. E 'necessario spiegare a lui che la madre appartiene anche al Papa (e padre rispettivamente - la madre), e suo fratello, e la nonna. Se questa regola non è da intendersi da, il bambino sarà difficile trovare il loro posto nella famiglia.
  • Non farlo passare la mia ansia. Non è necessario condividere con i bambini i dettagli di tutte le nostre esperienze. Li aiuta a informazioni accessibili ed obiettive su ciò che sta accadendo, e non le nostre paure per adulti.

EK

messaggi familiari bagaglio

L'immagine stessa appare nel bambino gradualmente e in base alla loro propria esperienza di successi e fallimenti, sulle opinioni dei loro coetanei. Ma dipende anche da se e come si è visto dai genitori: i loro commenti, note e persino frasi casuali formano la rappresentazione del bambino stesso. E spesso si deve vivere con l'immagine di sé, che si forma la sua mamma e papà. "Percezione genitori - non necessariamente sbagliato, ma di solito è incompleta, - dice Marina analista transazionale Peter. - Molti hanno sentito da parenti: "Se tu fossi la stessa di tuo fratello!"; "Che cosa vuoi dire, non hanno le stesse abilità in matematica ..." o "Perché non hai mai a nulla!" Queste frasi categoriche con ripetizione regolare trasformato in profezia. Il bambino - a causa della sua debolezza e il desiderio di compiacere i loro genitori -. Spesso obbedisce inconsciamente l'impostazione dei genitori e si concentra le sue energie sulla realizzazione della vita del progetto, che non è il suo "

"Quando il sogno di" figlio perfetto "non dà ai genitori un riposo, che affliggono il figlio o la figlia di confronto costante con gli altri bambini (" Qui Sergei ha già letto, e lui è un anno più giovane di te "!), - dice Alexander Chernikov. - E per i veri risultati del bambino sono sprezzante, e perde fiducia in se stesso ". Dal momento che i genitori sono la causa indiretta del fatto che il bambino non è più solo di pensare e di sentire, ed è sempre più difficile raggiungere il successo.

Infanzia - è il momento della presentazione dei loro genitori; l'adolescenza - un periodo di autoaffermazione. Lacerato tra le esigenze dei genitori e il desiderio di difendere il loro "io", l'adolescente è alla ricerca di nuove possibilità di espressione - cercando nuovi ruoli in compagnia di amici o di imitare cantanti preferiti, atleti, star della TV. "Al fine di soddisfare il suo vero" io "- spiega Marina Petrovskaya, - è necessario affrontare le concezioni del mondo, che abbiamo piantato in famiglia. Penso che siano giusto? Non mi aiutano? Io li percepisco come proprio, oppure vengono soppressi in me qualcosa di diverso, in realtà la mia? "In altre esigenze di carico genitore ci interesserà per tutta la vita, rendendola sentimenti difficili, le azioni, i desideri ...

WE Radu sua somiglianza con il genitore quando cessa costruire la vita a seconda delle loro opinioni e desiderano.

La famiglia, la culla della nostra personalità

FOTO Shutterstock.com

Il percorso per l'adulto "me"

44-year-old Elena ha sempre creduto che la madre la ama meno di suo fratello maggiore. "E poi ho deciso di diventare visibile - una carriera, guadagnare un sacco di soldi. Ma la mia vita personale non ha funzionato. Forse il fatto che stavo costruendo la mia vita, a pensare che mia madre non mi ama, ma in realtà mi ama - come può. Attualmente sto lavorando con un terapista, imparare a ignorare il fatto, come io percepisco altri, tra cui la propria madre ".

"Ognuno di noi passa attraverso le fasi della idealizzazione i genitori e la delusione in loro, - dice Tatiana Alavidze. - Alla fine, ci ritroviamo con la sensazione che i genitori, ahimè, non è perfetto, ma in sostanza, sono bravi ragazzi. Allora possiamo gioire per il fatto che come i genitori - sia esternamente che internamente in parte, soprattutto quando si cessa di costruire la propria vita secondo i loro desideri e le opinioni. Riconoscere in se stessi e la somiglianza con i suoi genitori, e la differenza da loro, ci troviamo di nuovo. "

E 'importante imparare a separare l'esterno (anche un genitore) guardare a ciò che abbiamo, dalla conoscenza di sé "dal di dentro" - e così ci lascia con tratti ereditari inutili, mantenere positivo. Trovare e prendendo il suo adulto "io", ci rendiamo conto che c'è ancora amo la mia famiglia, ma siamo pronti a percorrere una propria strada. Ci sarà gradualmente rilasciato dai requisiti, le aspettative e ripetuto di generazione in generazione scenari di vita. E 'importante credere che ci sforziamo di "vivere la loro vita, non la vita dei genitori, nonne, nonni, o defunto fratello, che noi, senza saperlo," sostituire "scrive nel suo libro" Sindrome degli Antenati "terapeuta francese Anne Ancelin Schutzenberger. I legami complessi tra le generazioni possono vedere, sentire o parzialmente anticipare. Ma più spesso non stiamo parlando di loro, e rimangono parte inconscia, inespresso e segreto della nostra vita. Tuttavia, siamo in grado di identificare questi link e formulare la propria volontà di rendere la nostra vita conforme a ciò che vogliamo da lui, il nostro vero desiderio, non quello che vogliono, e l'altro per noi, per noi.

provato differente

Come aiutare vostro figlio o figlia di trovare qualcosa che lo avrebbe interesse? Spesso i genitori non danno al bambino di esprimersi, consegnandola ad una scuola di musica, dove si vuole costruire modellini di navi. La ragione di questo può essere il sogno d'infanzia irrealizzato di uno dei genitori, il prestigio della professione o il successo di un bambino più grande, che, secondo i genitori, il più giovane deve essere ripetuto. "Abbiamo bisogno di dare al bambino la possibilità di non incarnare il sogno dei genitori, non competere con l'anziano nel suo campo, e trovare qualcosa di proprio, dove sarà se stesso, non di qualcun altro ripetizione - afferma lo psicologo Elena Silin. - Se la sezione proposto del vostro studio o non gli piace, tenerlo in altro, a chiedere ciò che voleva fare. I bambini devono avere la possibilità di provare come diverse opzioni possibili per trovare se stessi e determinare quello che sono realmente interessati ".

Jeanne Sergeeva