Le buone opere sono utili a coloro che li commettono

Le più buone azioni che facciamo, più felici ci sentiamo. Questo rapporto diretto confermato studio su larga scala di psicologi giapponesi e americani guidati da Keiko Otake (Keiko Otake), condotto presso l'Università Kwansei Gakuin College e Kobe (Giappone).

Le buone opere sono utili a coloro che li commettono

Le più buone azioni che facciamo, più felici ci sentiamo. Questo rapporto diretto confermato studio su larga scala di psicologi giapponesi e americani guidati da Keiko Otake (Keiko Otake), condotto presso l'Università Kwansei Gakuin College e Kobe (Giappone). Coloro che esprimono la loro gratitudine, tenerezza e altri buoni sentimenti per le persone in attività quotidiane concrete, non solo sguardo più ottimista al mondo, ma anche fisicamente si sentono meglio, si sentono la loro vita più armoniosa. Naturalmente, le buone azioni - non è l'unica via per la felicità, ma queste cose sono interdipendenti. Pertanto, se ad un certo punto ci sembra un peccato che tutto va male, vale la pena di provare a fare del bene più spesso per riguadagnare compostezza.