Nudità: Anatomia dei nostri sensi

Nudità: Anatomia dei nostri sensi

Foto di PantherMedia

Abbiamo sempre avuto un rapporto difficile con la nudità: è un punto sensibile in cui convergono il nostro inizio biologica, sociale e individuale. biologiche naturali impone la necessità di togliere gli indumenti se fa caldo, e metterlo di nuovo quando è freddo. Ma la nudità sembra socialmente inaccettabile, chiamando in molti casi; la religione - a prescindere dalla denominazione - considerano peccato. Allo stesso tempo, è idealizzato, quasi divinizzato arte. Da queste contraddizioni e l'esperienza individuale, compresa l'educazione dei genitori e il loro rapporto con il corpo, tessuti la nostra percezione della nudità - sua o di qualcun altro.

Spogliato nudo e

La nudità può incoraggiare o inibire, shock o attirare. "Dipende dal contesto della cornice di vista culturale - dice studi culturali Olga Weinstein. - In un caso percepita come nudi irregolarità, e l'altro - come un oggetto d'arte. Inglese storico dell'arte Kenneth Clark (Kenneth Clark) ha formulato la differenza tra nudità e nudità, (che corrispondono al significato dei concetti di "nudo" e "nudo" nella nostra lingua). Nel primo caso questo corpo viene memorizza ancora tracce di abbigliamento, cioè, spogliato, (che, in linea di principio, dovrebbe essere vestito). Questa nudità, il che implica una violazione delle convenzioni sociali. E nel secondo - è la nudità senza vestiti di stampa, senza il sigillo del peccato. Si è autosufficiente - come la nudità di statue antiche ".

Questi punti di vista riflettono l'idea del dualismo del divino e il terreno, puro e peccaminosa. Da un lato, la nostra civiltà ha le sue radici nell'antichità: la bella forma del corpo è stato cantato per secoli, a partire dalle proporzioni atletiche delle donne in antiche sculture greche e termina con un corpo femminile idealizzato nell'arte del Rinascimento. D'altra parte, abbiamo ereditato la concezione cristiana del peccato, "imbarazzante" carne. Pertanto, il rapporto tra il corpo è sempre gravato esistente nella nostra mente le contraddizioni tra l'ideale e il reale. Confrontiamo mentalmente noi stessi con l'oggetto d'arte come punto di riferimento e riconoscere il loro vero corpo inadatto a dimostrare agli altri, indegni. "Di cui vergognarsi del proprio corpo, non aprirlo - è uno dei modi della società, finalizzate a mantenere a freno la nostra biologica, natura animale, - ha detto lo psicologo sociale Julia Zudina. - In precedenza, questo controllo viene effettuato con l'aiuto della religione. Ma facciamo un moderno problema, spesso discusso: il modello ideale del corpo causare disagio psicologico per quanto riguarda il loro corpo alle normali media delle donne. Paradossalmente, sono gli stessi atti meccanismo: la cultura di massa impone restrizioni sulla nostra coscienza, facendo sentire a disagio, vergogna del proprio corpo, dimostrando così il predominio del sociale sul biologico. In questo senso, la cultura di massa ha preso il posto della religione, i principi di cui non hanno alcun effetto sulle persone ora come prima. "

Nudità: Anatomia dei nostri sensi

PantherMedia FOTO

Da Adamo ed Eva

Ricordiamo la leggenda Vecchio Testamento della cacciata dal paradiso: mangiare dell'albero della conoscenza, le prime persone a vedere la luce e vide che erano nudi. Quasi in contemporanea con la consapevolezza della loro nudità (cioè peccatore) hanno inventato i propri abiti - foglie di fico. "Nell'interpretare la storia biblica, possiamo vedere un quadro dello sviluppo della personalità umana - dice Julia Zudina. - Soggiornare in Eden grembo materno, un uomo è in fusione completa e tranquillo, con il mondo che lo circonda. Essere "espulso" dal cielo, si sente l'ambiente ostile, gli opposti. E come la consapevolezza del proprio "io" sente il bisogno di separarsi dal mondo, definire i confini di se stessi con una barriera fisica - i vestiti".

Il cristianesimo assimilato la storia dell'Antico Testamento della razza "teoria del pudore", che ha dominato la nostra cultura da secoli. "Nella storia della cultura era esistito con il pretesto della" teoria della decenza", - dice Olga Weinstein. - Decentemente è stato nascondere completamente il corpo sotto i vestiti, con entusiasmo da alcune delle sue proprietà decorative era considerato un peccato di vanità, l'impermanenza. Tuttavia, i vestiti non sono sempre favorevoli alla modestia corpo come completamente chiuso eccita il desiderio, suscitando immaginario erotico. Pertanto, nonostante il fatto che l'attrattiva di una donna è stata arredata con tutti i tipi di restrizioni, la moda si è sempre sviluppata in conformità con la propria logica e lasciare spazio sufficiente per l'erotismo attraverso forme di gioco ".

L'esposizione abile

Casanova, una volta notato che l'esposizione abile di qualsiasi parte del corpo sembra molto più eccitante di nudo integrale. Lo sviluppo di questa idea, lo storico della moda James Laver (James Laver) ha creato la teoria del "movimento zone erogene." In accordo con essa in ogni modo periodo storico sposta il fuoco erotico su una particolare zona del corpo, esponendo spalle, collo, caviglie, ginocchia, addome. È importante che le altre parti del corpo sono stati chiusi. Così, ampia scollatura del XIX secolo, che potrebbe essere considerato indecenti anche nel nostro tempo, è stato integrato crinolina gonna, nascondendo completamente i contorni dei fianchi. "Questo cambiamento di" scenario erotico "è una logica speciale - dice Julia Zudina. - Ricordiamo agli inizi del XX secolo e la prima emansipe femminile. A poco a poco accorciando la gonna - prima alle caviglie, poi a metà polpaccio - permettere alle donne di aprirsi. Metaforicamente, è niente come la capacità di andare avanti. la liberazione delle donne contro la dipendenza, l'opportunità di "stand up", per sviluppare e fare una carriera è accompagnata da accorciamento quasi proporzionale di gonne. L'esempio più evidente di questo - '70 di moda e soprattutto anni '80, quando, oltre alle gonne piccoli appaiono giacca lunga con spalle dritte artificialmente estesi. Essa simboleggia la piena disponibilità ad assumere ruoli femminili e maschili. Cosa succede ora? Vediamo che l'attenzione si è spostata erotico allo stomaco - è l'area di consumo, godersi la vita. La nostra epoca è inerente l'edonismo, la qualità della vita e la gioia di vivere sono di primaria importanza. Esponendo lo stomaco e decorare con tatuaggi e piercing, dichiariamo stessi e gli altri: "Sono pronto a godere!"

Nudità: Anatomia dei nostri sensi

PantherMedia FOTO

Sun dimostrazione

La cosa strana è - Bikini: circa 30 centimetri quadrati di tessuto può fare la nudità accettabile. Costume da bagno non cambia la forma del nostro corpo, non nasconde difetti reali o percepite, ma in qualche modo cambia radicalmente il rapporto tra gli altri, e il nostro senso di sé. "Ci sono categorie di decenza insito nella nostra educazione, cioè, la società", - dice Yulia Zudina.

Una volta completamente coperto corpo costume da bagno e consisteva di abiti speciali, i pantaloni appena sotto il ginocchio, calze balneari e stivali in pelle morbida. Un centinaio di anni fa, solo i più coraggiosi bagnanti potevano permettersi di entrare a piedi nudi dell'acqua - così rigoroso erano i requisiti della decenza. Con l'inizio del costume da bagno rivoluzione industriale evoluta piuttosto rapidamente, trasformandosi da stretto raccordo body in una sorta di moderno costume da bagno diviso e, infine, in un mini bikini scandalosa. Questa invenzione scioccante appartengono Casa Christian Dior rappresentato Louis PEAP (Louis Reard), presentato al pubblico nel 1945, costume da bagno di diversi triangoli e nastri. Egli era destinato a produrre una bomba, così raro ha definito "Bikini", il titolo di un atollo delle Isole Marshall, che sono stati svolto il suo primo test nucleare. La nuova moda è stato denunciato dalla chiesa e vietato in alcuni paesi cattolici - Spagna, Italia. "Mentre il bikini ha vinto rapidamente le spiagge francesi nel conservatore morale sociale degli Stati Uniti da molto tempo non ha permesso questa innovazione è ampiamente diffusa, - dice Olga Weinstein. - Solo negli anni '60, sulla scia di hippizma, bikini penetrato le spiagge americane ed è diventato più o meno accettabile dal punto di vista del decoro ". E c hippizmom e chiama "per rilasciare il corpo di libertà" attribuito la diffusione del naturismo (nudism), e più socialmente "toplesc" accettabile. Il costume da bagno emergere monokini, che consiste solo di mutandine minuscole, coincide con una nuova ondata del femminismo, quando le donne affermarono il loro diritto al fianco di uomini nudo parte superiore del corpo in luoghi pubblici per la ricreazione e il nuoto.

Return to Eden

Con l'inizio della calda tutta la colonia di nudisti vanno verso l'acqua - che hanno già imparato spiagge tutti i continenti abitati. A volte un normale spiaggia "civile" capita di incontrare i fan completa affioramento. "E 'un indescrivibile, opprimente sensazione di libertà e dissoluzione in natura, quando si nuota nel mare, senza vestiti! - dice il 36-year-old Tatiana. - Toccando l'acqua e completamente nudo, effetto purificante pelle esposta e riempie la straordinaria energia. Chiunque abbia mai provato, diventa nudisti convinto da molti anni. " Con esso assolutamente d'accordo 29-year-old Julia, "L'idea che è necessario prendere il sole e nuotare in qualche piccolo panno sintetico, sembra completamente assurdo, innaturale. Che in sé è sgradevole nel calore, diamo loro rimangono macchie non conciati bianche sul corpo, "Unione con la natura, sentendo le particelle dell'universo, un sentimento di unità con il mondo - esattamente descrivere naturisti le loro esperienze, che sono desiderosi di sperimentare di nuovo e di nuovo. Si tratta di un ritorno al paradiso perduto una sola volta. "Così ci si libera dal controllo della società - ha detto Julia Zudina. - I suoi divieti costantemente agiscono sulla nostra natura, e molto stressiruyusche. Come liberarsi dei vestiti, stiamo distruggendo il genere di un film sottile che separa il nostro essere dal mondo esterno. Immergetevi nel grembo di Madre Natura nel senso di sazietà di fusione con l'ambiente circostante è come un ritorno alla serenità del grembo materno. Allo stesso tempo, flirt e sesso promiscuo in un ambiente naturista non si verificano più frequentemente rispetto a qualsiasi altro. O forse anche meno:. Un corpo completamente nudo, non contiene intrighi, nessun interesse sessuale manche "

uomini e donne

nudità femminile e maschile è percepito da noi in modi diversi. Secondo sessuologa Igor Kon, è dovuto in parte l'anatomia: genitali femminili sono nascosti nel profondo del corpo, gli uomini, al contrario, sono al di fuori, e subito attirato l'attenzione. Pertanto, nudità maschile sembra più impudica di quello femminile, e la sua dimostrazione della immagine è sempre viola inibizioni culturali e provoca confusione. Frontale immagine di un uomo nudo agli occhi di censura - è il punto critico che separa erotica dalla pornografia. "Dimostrazione di genitali maschili, in particolare il pene eretto, e in tutto il mondo non è stato tanto un gesto erotico come un gesto di aggressione e chiamare, - dice Igor Kon. - In tutte le società in cui il potere apparteneva agli uomini, immagini di corpo maschile e femminile sono polari, e le loro caratteristiche anatomiche sono simboli di stratificazione genere. Essi riflettono le percezioni culturali di mascolinità e femminilità, e l'uomo agisce sempre come soggetto, e una donna - come un oggetto. Nelle opere d'arte che di solito è più o meno passiva pose, rivelando la loro nudità allettante potenziale spettatore maschio di apprezzamento look. Nelle parole dello scrittore americano John Berger (John Berger), gli uomini agiscono, le donne sono essi stessi. Gli uomini guardano le donne. Le donne si guardano mentre guardando loro. Esso determina non solo le relazioni tra uomini e donne, ma anche il rapporto tra le donne a se stessi. " Pertanto sentimenti su come il suo corpo appare senza vestiti, molto più tipico delle donne rispetto agli uomini. E 'lo stesso valuta costantemente, perché tradizionalmente un compagno maschio ha scelto, procedendo dalle sue qualità fisiche. L'uomo è più o meno indifferente ai loro vantaggi fisici, ad eccezione di uno - che si chiama "uomo". Secondo Yulia Zudina, "un uomo ha almeno due buone ragioni per nascondere il corpo sotto i vestiti:. Vulnerabilità fisica della sua anatomia e luoghi comuni sociali, costringendolo costantemente di essere preoccupato" La persistenza di questi francobolli e riflette la "virilità". Eufemismo Anche se sembrerebbe, come la dimensione e la forma del pene può essere collegato alla dignità umana?