Strada: spazio aggressione o libertà?

Strada: spazio aggressione o libertà?

Anche i 10-15 anni fa, la donna al volante sembrava insolito. Oggi la situazione è cambiata: il numero degli automobilisti è in costante aumento. E se fino a poco tempo erano contenti, e gli ispettori di polizia stradale, e vicini di casa, sulla strada per la loro disciplina, la cortesia e attento rispetto delle regole, ma ora, a quanto pare, c'è stata una inversione di tendenza. Così, molti ricordato quasi finita in tragedia incidente sul Kutuzovsky Prospekt a Mosca, quando una donna al volante, cercando di fuggire dalla scena, è stato colpito da un ufficiale di polizia stradale la fermò. In Occidente, maschile, eccessivamente dura, brutale comportamento al volante diventa caratteristica di un numero crescente di donne. In Russia la situazione non è così chiara, anche se ci sono segnali che indicano che ci stiamo muovendo nella stessa direzione. "Oggi, più spesso ci sono uomini che sono un gentiluomo passato altri sulla strada, e le donne sfacciatamente scostando l'altro nel flusso e non danno indicazioni nessuno", - condivide le sue osservazioni di 38 anni, ispettore di polizia del traffico Vadim. Quali sono le cause della metamorfosi?

  • La libertà di circolazione dà un senso di indipendenza. La produzione dei "diritti" - uno dei modi per superare le disparità di genere esistenti (in diritti).
  • La macchina è protetta come uno spazio privato. La "fortezza su ruote" più facile di esprimere le proprie emozioni e l'atteggiamento verso gli altri.
  • Il comportamento su strada parla del nostro stato interiore. Guidare una macchina più difficile per coloro che sono in contrasto con l'altro.

legali indipendenti

Strada: spazio aggressione o libertà?

"Ho iniziato un'altra vita, quando la famiglia aveva un secondo, la mia macchina, - dice il 35-year-old stilista Rita, madre di due figli. - Per andare d'affari sul mercato o in clinica dei bambini - non ha bisogno di nessuno per mettere in guardia o chiedere, ora mi sento molto più libero ". A 43-year-old Alla, il personale dirigente di una grande azienda farmaceutica, preferisce grandi SUV. La corrente auto - l'argento Lexus - lei è il quarto, e lei cominciò a cavalcare "penny" di suo padre nel 1989. Alla pratica affilato, stile di guida aggressivo abbastanza spesso preme sul segnale costantemente peregazovyvaet, sottosquadri coloro che interferiscono con lei, e talvolta anche sul punto di ciò che è permesso. "Quando ho imparato prima a guidare, le donne di guida sono stati pochi e gli uomini ci hanno trattato con grande pregiudizio. Solo che non è così - in una sola volta insulti, scherno: si dice, dove, la ragazza al volante, sarebbe meglio rimanere a casa, il marito a stirare una camicia. E 'stato molto frustrante e deludente, io complessato lunga, paura delle minime violazioni delle chiamate senza risposta per sempre. E poi improvvisamente mi si è chiesto: che cosa, infatti, per il bene? Sto guidando per 17 anni, guido meglio di molti uomini, sono sopraffatto con il lavoro, i bambini che devono essere educati - quindi perché avrei bisogno di qualcuno per adattarsi? Ora vado come lei vorrebbe, e non mi interessa, è come se qualcuno o no. " Negli anni '80, quando una donna in Russia si sarebbe seduto al volante, si sentiva che non aveva alcuna possibilità di errore: era circondato da in effetti, l'ambiente maschile ostile, sciovinista. Oggi, tutto è diverso: i casi di discriminazione basata sul sesso del conducente stanno diventando sempre più rare - per gli ultimi 15 anni, le donne hanno ottenuto il diritto di essere al volante e abbiamo intenzione di utilizzare questo diritto al massimo. E l'aggressione che si verifica allo stesso tempo, è una sorta di compensazione per l'ex inconveniente. "Una donna che ha invaso molte aree specifiche per gli uomini, e questo è uno di loro - dice Natalya psicoterapeuta Izbutski. - Sulla strada, sembrava di difendere la sua capacità di essere un membro a pieno titolo della società. In senso figurato, ogni pilota donna sembrava di dimostrare a se stessi e gli altri. Io sono in grado di fare le cose non peggio, e gli uomini migliori "

spruzzata emozione

Strada: spazio aggressione o libertà?

Nonostante il fatto che molti degli stereotipi per quanto riguarda le norme di comportamento maschile e femminile, in passato, le manifestazioni pubbliche di opposizione pubblica alle aggressioni femminile è ancora invariata. Opportunità per sbarazzarsi di stress, per dare sfogo alle sue emozioni in una donna molto inferiore a quella degli uomini. In quelle situazioni, dove gli uomini sono considerati come una fiammata perfettamente normale e alzare la voce, donna regole non scritte di comportamento sociale prescrivono prova di moderazione. "In primo luogo e forse l'unico modo più o meno accettabile per" sfogarsi "per il gentil sesso erano capricci contro la loro casa, - dice Natalya Izbutski. - Ora hanno l'opportunità di utilizzare la macchina per questo scopo ". 26-year-old Olesya in rapida carriera decollò: giungere a un'agenzia di PR segretaria per un anno era in grado di salire fino alla posizione di responsabile dei progetti. Tuttavia, non tutto nella sua vita è sereno: crescita professionale veloce richiedeva da lei un enorme sforzo, ha rotto con il suo fidanzato, e non tutti i colleghi in soggezione della sua crescita. Olesya vive in un clima di costante stress, che getta la ruota. "La macchina - forse l'unico posto dove mi sento davvero confortevole, - dice. - Sono così poco nel suo appartamento, la macchina per me - come se il mio camper. E a casa ho usato per comportarsi naturalmente: la mia casa - il mio castello "

"In effetti, per molte donne, la macchina è una sorta di spazio protetto privato, una sorta di piccolo, serbatoio intimo, - ritiene Natalia Izbutski. - Un senso di sicurezza e, se così si può dire, di impunità, che le dà la macchina, spesso la spinge alle aggressioni: solo qui in sua fortezza su ruote, si sente libero di esprimere insoddisfazione per la vita, di buttare fuori le emozioni accumulate, per dimostrare, alla fine, ma è anche una persona da non sottovalutare. Tra l'altro, questo è il motivo per cui le donne preferiscono spesso i grandi SUV -. Specialmente facile immaginarli, che nessun problema esterni non possono influenzare "

crescono al volante

Xenia venti anni della sua prima auto, una piccola e dinamica Suzuki Swift, ha dato i genitori: "Per me è una sensazione completamente nuova. Per tutto il tempo ho sentito quasi una bambina, preferito di mia madre, e improvvisamente si è scoperto che ero al volante è la stessa di tutti -. Può essere un indipendente, sicuro di sé, a volte anche aspro " Acquisto di macchinari e competenze mastering guida spesso permette a una persona di sentirsi più sicuri. "Al volante, una donna matura, - dice lo psicologo, autore di formazione della famiglia" uomo-donna "Inna Shifanova. - Il nostro sistema di stereotipi culturali che impongono il suo ruolo debole, una bambina, alla ricerca di spalla di un uomo forte. E alla guida di un'auto, una donna si sente matura e responsabile - deve fare le sue decisioni e la loro attuazione ".

situazione del traffico è tale che richiede l'attività dei driver, la persistenza, e un po 'di aggressività. "Le donne devono essere le qualità tradizionali maschili - afferma lo psicologo Sergei Molchanov. - Auto di guida non produce loro, ma può migliorare in modo significativo". "Costretto a utilizzare il modello maschile tradizionale del comportamento, la donna al volante a volte diventa, per così dire, più uomini che uomini stessi - continua il suo pensiero Natalia Izbutski. - Fiducia in se stessi si può andare in ostilità verso gli altri, e la determinazione -. In maleducazione "

Due punti di vista sulla vettura

Maschio e femmina percezione della vettura è molto diversa. "Per un uomo, la macchina - si tratta di un mezzo di auto-realizzazione, la prova della sua vitalità sociale e misura del successo. Gli uomini spesso tendono a collegare la sua macchina caratteristiche antropomorfe, parlare con lei, per premiare i soprannomi giocosi. La maggior parte delle donne sono alla ricerca di una vettura più utilitaristico: per loro è soprattutto un mezzo comodo e pratico di trasporto, così come un'isola di privacy e comfort in tutto il mondo a disagio e spesso ostile", - dice Natalya Izbutski. In altre parole, se il maschio principale vettore in una relazione con una macchina come il fallo, diretto verso l'esterno, al di là la sua personalità, per la donna che dirige verso l'interno, che assomiglia in tal modo l'utero - un simbolo di pace e sicurezza.

Come liberarsi della paura di

36-year-old giornalista Veronica guida per dodici anni e si considera la calma conducente e attento. "L'unica situazione in cui mostro il nervosismo strada e rigidità - è quando sto prendendo la mia figlia a scuola, e siamo in ritardo. Se non abbiamo tempo di andare prima dell'inizio degli ingorghi del mattino, ho cominciare a contrarsi, preoccupazione, urlare, giuro, posso potare nessuno. Ho molta paura che la figlia non ha avuto il tempo di inizio della lezione e l'insegnante l'avrebbe rimproverare. "

"La paura, siano essi consapevoli o non le persone - una delle cause più comuni di aggressione in generale e l'aggressività, in particolare, sulla strada, - dice Natalya Izbutski - e momenti sulla strada, dando motivo di paura, più che sufficienti. i conducenti donne sono più propense degli uomini, paura di non far fronte alla situazione, entrare in un incidente, essere attaccati. E cercando di sbarazzarsi di paura, inizia a comportarsi in modo non del tutto adeguato. "

Questo è come il comportamento della donna che ha violato le regole, ispettore di polizia del traffico Vadim: "Quando mi fermo la macchina, guidata da una donna, ci sono due possibilità. E neanche si spaventa, grida, si rompe a chiamare il marito, o, al contrario, comincia ad essere scortese, rifiutando di essere testati per il contenuto di alcol nel sangue e il generale mi accusa di ciò che dico, violare i suoi diritti ". E lui e gli altri comportamenti sono molto comune per le persone spaventate, si sentono insicuri e incapaci di navigare velocemente in una situazione poco familiare per loro.

Timori, non direttamente correlate alla guida, e creare terreno fertile per comportamento di guida aggressivo. Se una donna è oppresso da alcune paure inespresse, se ci si sente la presenza nella loro vita di ogni minaccia reale o percepita, il loro comportamento può essere imprevedibile e drammatica.

Per raggiungere l'armonia

E 'chiaro che inadeguato, pilota aggressivo rappresenta un pericolo significativo per sé o per altri. Ma non dobbiamo dimenticare che il nostro comportamento al volante non sono altro che una manifestazione della situazione privata di modelli comportamentali più generale e un riflesso diretto del disagio mentale esistente. "Seduto nel sedile del guidatore, una persona è sempre in una situazione favorevole al massimo e in rilievo identificare tutti i suoi complessi, le paure, i risentimenti e le emozioni represse, spesso senza guida al minimo rapporto, - dice Natalya Izbutski. - E questo non dipende dal genere delle forniture di driver. Tuttavia, le donne di solito tendono ad agire più impulsivamente ed emotivamente rispetto agli uomini, e così per sentirsi al volante di un vero e fiducioso e tranquillo, è di vitale importanza per sbarazzarsi del fardello di problemi interni e venire a l'armonia con se stessa. "

Karen Horney "Psicologia delle donne"

Strada: spazio aggressione o libertà?

L'autore critica il punto di vista maschile sulla psicologia delle donne, dominante nella psicoanalisi. E parla del rapporto tra i sessi, così come come le donne stanno cambiando, la scelta di una classe, precedentemente considerato maschile.

Eksmo 2003.