5 passi per il proprio "io"

5 passi per il proprio

L'adozione del suo lavoro passato con le emozioni, trovando ciò che realmente interessante e importante - la strada per la sua non è semplice. Ma il desiderio di tornare indietro dovremmo mantenere l'idea che l'unico modo per padroneggiare questo, si può toccare il reale stesso.

1. convivere con l'ultimo

La nostra personalità è già contiene le scelte fatte una volta i genitori e tutti coloro con cui ci identifichiamo. Non possiamo arrivare alla fine di noi stessi, se l'eredità timido o paura delle generazioni passate. Ma per liberarsi di questo fardello, ci vuole tempo.

Solo all'età di trent'anni iniziare a provare, senza confrontare le loro realizzazioni con i risultati dei loro genitori alla stessa età vivono la loro vita. Altri solo per sbarazzarsi della vergogna del quaranta per la madre o il padre alcolizzato che ha abbandonato la famiglia. "Essere presente" non è facile anche perché, come un sociologo Vincenzo de Golzhak dice, "personalità sta cercando di diventare il protagonista della storia, che si è formata."

La cosa principale - non per stabilire la verità e venire alla percezione calma di ciò che sappiamo

"Gli storici sanno che la verità non esiste, - spiega. - la storia, soprattutto la nostra - è un racconto che è un costrutto soggettivo, tra cui la nostra opinione personale. La cosa principale - non per stabilire la verità e venire alla percezione calma di ciò che sappiamo ". Il nostro compito - di prendere in considerazione i fatti della vita dei nostri antenati e le loro opere, utilizzando i metodi della storia, la sociologia e la psicologia.

Questo lavoro fornisce una migliore comprensione delle loro motivazioni e rimuovere l'aura del dramma con alcuni dei loro decisioni. Siamo in grado di scoprire perché la famiglia ha una malattia segreta o mentale, e alleviare i sensi di colpa, che a volte ci dà la nostra storia di famiglia.

2. Cercare di self

La riconciliazione con il passato - solo il primo passo. Anche sobrio e calmo percepire se stessi e il vostro passato, si può sentire che si vive ai margini della sua stessa vita. Come riconosciuto dal 38-year-old Catherine, lei non ha ancora trovato la causa che le consentirebbe di aprirsi completamente.

"Self - è quello inerente in ogni essere umano sin dalla nascita - spiega il terapista junghiano Tatiana Rebeko - è qualcosa di unico e irripetibile che è in ognuno di noi. Per ritrovare se stesso, di trovare il senso della vita, per realizzare - l'obiettivo di qualsiasi ricerca esistenziale. Le crisi, i problemi che dobbiamo affrontare, indicano in quale direzione è necessario spostare in cui le nostre debolezze. E 'importante trattare i loro problemi come assistenti e di credere nella loro scopo di vita. Il percorso di realizzazione di sé inizia con fiducia a se stesso, alle sensazioni, sentimenti e sogni. "

Se ci accontentiamo di quel tetro portiamo la guida di altre persone, si rischia di cadere in una depressione

Quando sentiamo che il nostro lavoro ci dà la possibilità di realizzare le aspirazioni profonde che stanno perdendo l'entusiasmo, la voglia di creare, e poi da un gusto per la vita. Se ci accontentiamo di istruzioni che desolante carry di altre persone, il rischio di cadere in depressione.

Per avvicinarsi una comprensione di se stessi, dovrebbero riflettere sui quattro lati della vita professionale: il talento (che bravo), l'entusiasmo (cosa piace fare), necessari (impegni che devo tenere in considerazione) e il senso (se il lavoro è coerente con le mie convinzioni).

Analizzando questi fattori in relazione a se stessi, possiamo trovare una o più regioni in cui sono collegati. Se ci riusciremo, avremo grandi soddisfazioni dalla corrispondenza della voluta e reale, del nostro mondo interiore e la nostra pratica.

5 passi per il proprio

3. Lavorare con le emozioni

Un altro modo nelle profondità del nostro "io" - le emozioni. Prestare particolare attenzione alla necessità di trattarli se a prima vista sembrano essere insufficienti: ci si sente bene, ma noi diventa improvvisamente triste o ci sentiamo ansia inspiegabile ...

"Io li conosco perfettamente e so come comportarmi molto agevolmente, senza mostrare il minimo segno di tristezza o rabbia, - dice il 29-year-old Paul. - Il problema è che io non lo ascolto e conoscere i suoi sentimenti solo al momento dell'esplosione ".

Spesso, le emozioni espresse esigenze che ignoriamo: per essere compreso, per ottenere il riconoscimento, il rispetto

Quando le emozioni ci sopraffanno, vale la pena considerare: quello che vogliono dirci? Non adeguatamente rispondere a qualcosa di offendere noi passaggi immediatamente e attendere il momento in cui saremo in grado di rivestire i sentimenti in parole.

"Le sue emozioni devono essere attendibili - dice terapeuta della famiglia Boris Shapiro. - Sono molto più precisi rispetto ai pensieri, può spiegare a noi, come ci relazioniamo con ciò che sta accadendo. Quando siamo felici o tristi, sorpreso o arrabbiamo, i nostri sentimenti sono tenuti ad avere una ragione. "

Spesso le emozioni esprimono bisogni che ignoriamo: per essere compreso, per ottenere il riconoscimento e il rispetto. "Con le emozioni dovrebbero essere preso sul serio - prosegue Boris Shapiro -. Pensare a entrambi su un messaggio che dovrebbe essere decifrato"

4. Imparare a esprimere la loro verità

Ci viene insegnato fin dall'infanzia a dire la verità, ma spesso ci dimentichiamo che tutti sono soli e che non è così facile da esprimere. 33-year-old Daria dice che si è affermata come un giovane uomo, dicendo tutto quello che passava per la testa: "Spesso, le mie parole erano offensive e indecenti. Così sia, ho pensato, ma ho tutta la persona, non cambia se stesso. " "Essere sinceri non significa dire tutto, - dice Svetlana esistenziale psicoterapeuta Krivtsov. - Si può parlare di questa esperienza, che potete vedere in un altro, o l'impressione che si fa su di voi. Questo sarà anche vero, ma non causare dolore ad un altro. "

A volte, a dire il vero - poi subire una sorta di iniziazione, quando diciamo non quello che ci aspettava, e ciò che si sente, sapendo quanto costoso dovrà pagare per questo. Capo ha detto che non era d'accordo con lui - ed essere pronti a non andare in vacanza in estate. Sapendo questo, che si hanno figli e hanno la loro propria verità: vogliono trascorrere le vacanze con i suoi genitori.

E 'necessario cercare parole che riflettono i pensieri o lo stato, nel rispetto della persona a cui queste parole sono rivolte

La ​​veridicità richiede un certo sforzo - sia nella scelta della forma, così come per quanto riguarda il significato delle nostre affermazioni. Dobbiamo cercare parole che riflettono i nostri pensieri o lo stato, nel rispetto della persona a cui queste parole sono rivolte. Nella forma, dovremmo cercare di parlare prima di tutto su se stessi, non si tratta di l'interlocutore, per usare più "io" che "voi", perché i nostri sentimenti - è l'unica verità a nostra disposizione.

E infatti, dobbiamo riconoscere la loro dichiarazione la propria vulnerabilità, ciò che la società considera una debolezza. Verità per quanto riguarda questi difetti (ma senza autocommiserazione e il narcisismo), dà la bellezza della nostra personalità, se non li nascondiamo, e cerchiamo di risolvere il problema.

5 passi per il proprio

5. Per decidere su un rapporto

Intimacy - questo è un campo in cui è possibile trovare se stessi, perché richiede la capacità di lasciare il nostro territorio di un'altra persona, non fingere e non trattarlo come un invasore. Al contrario, dobbiamo avere il coraggio di entrare nel territorio di un altro, di accettare e amarlo per quello che è. "Vivere insieme mi aiuta a essere me stesso - è fiducioso il 34-year-old Victoria. - Ma forse c'è una relazione inversa: è grazie a quello che ho imparato ad accettare me stesso, sono stato in grado di decidere di vivere insieme con il mio amico ".

La sincerità e richiede la fiducia (e il prossimo, ea se stesso), e allo stesso tempo rafforza la sua

"E 'importante capire i sentimenti, lo Stato e le esigenze sorgono per noi durante la comunicazione. diventa spesso un grande desiderio di piacere, e poi guardiamo strettamente al suo compagno, "Calcola" che - dice la famiglia terapeuta Anna Varga. - E si scopre la strada per lui, e non il modo a lui ".

Relazioni di essere molto vicino, dovete dire ai vostri amici e familiari sui loro pensieri veri, sentimenti e desideri. Sincerità e richiede fiducia (e il prossimo, ea se stesso), e allo stesso tempo rafforza.

"Ma per sentire e capire l'altro è sempre difficile - continua Anna Varga, - questo dovrebbe fare sforzi. E 'impossibile capire chi sei, senza feedback, e per farlo, devi essere comunicati a terzi. Per comunicare veramente portato ad una comprensione di noi stessi e degli altri, dobbiamo superare la paura di condanna e concordano sul fatto che malintesi, frustrazione e insoddisfazione - è anche una prossimità".

Senza comunicazione onesta non sarà presente.