I bambini su Internet: è l'ansia giustificata genitori?

I bambini su Internet: è l'ansia giustificata genitori?

"Di recente, 14-anno-vecchio figlio con simpatia sincera, ha detto:" Mamma, non riesco a immaginare come sei sopravvissuto senza cellulare! - dice il 39-year-old Xenia. - E mi ero dimenticato che c'era un tempo, senza social network e chat room ". Coloro che sono ormai 45, ricordo ancora come si è congratulato con ogni altre carte, scrivere lettere ai cari, siamo stati nelle tasche di una manciata di dvuhkopeechnyh monete in qualsiasi momento per chiamare da una ragazza telefono a pagamento (o ragazzo) per il telefono fisso di casa, che certamente è stato lungo filo - di essere in grado di andare in pensione alla stanza più lontana.

Poi è arrivata la posta elettronica, e le buone maniere sono diventati un biglietto da visita con e-mail. telefono cellulare pesante con un antenna retrattile, e coprire il microfono erano di gran moda e il progresso tecnologico 90, allora ogni cercapersone - predecessori esemesok servizio. "ICQ", "VKontakte", "Compagni di scuola", Facebook, Viber, WhatsApp ... Nei 25 anni ha avuto il tempo di nascere e crescere una generazione che non ha catturato l'era pre-digitale.

"Ora, se non si dispone di un sistema operativo per smartphone multifunzione, si guarda quantomeno strano. E se si dispone di un telefono a toni, si sono affatto il dinosauro - scherzi psicoterapeuta esistenziale-umanistica Stanislav Malanin. - Oggi chatyatsya: al lavoro, con gli amici, con i bambini. Gli insegnanti, medici, psicologi, creare un gruppo dentro il messaggero. Messaggio vola in una frazione di secondo, e subito la risposta arriva, ovunque partecipanti alla chat possono essere ". E 'diventato parte della nostra vita di tutti i giorni. Ad un certo punto ci rendiamo conto che cominciano a soffocare la notizia, e guardare al cervello esplodere. E si desidera proteggere il bambino da questo.

Mify spazio virtuale

i bambini moderni diverse percezioni e modi di elaborazione delle informazioni - che klipovoy pensare, molti non sono in grado di leggere longridy. Essi scansione l'intero volume di informazioni e di strappare ciò di cui hanno bisogno. Sono come un fulmine le informazioni necessarie on-line, fino a quando ci rivolgiamo sui contenuti enciclopedia dalla libreria. Essi sono versati nelle tecnologie moderne meglio di noi. Vivono in un virtuale e virtuale ... "E qui ci sono saggi ed esperti, giù dalle montagne e dicono:" Non è bene. " E che cosa è esattamente che non va? - chiede Stanislav Malanin. - Dopo tutto, molti dei nostri argomenti assassino tempo fa ha perso il potere ".

E 'importante aiutare il bambino in tempo per sentire la richiesta dei suoi occhi stanchi, di nuovo. Aiuta, ma non vieta

Il mito più comune - che rovina lo schermo del computer o uno smartphone occhi. "I moderni touch screen hanno una soluzione potente, illuminazione adattativa, che varia a seconda della luce ambientale nella stanza. Qualcosa genitori parlavano come noi - ricordate che questo è uno dei preferiti "Non leggere al buio -? rovinare la visione" Occhi stanchi: questa è la verità. Ma la reazione alla fatica in adulti e bambini è diverso, "- dice Stanislav Malanin. Adulti consapevoli di determinati requisiti dell'organismo. Se siamo gli occhi stanchi, siamo in grado di uscire da dietro la scrivania, si allontana dal computer, mettere in pausa, chiudete gli occhi e dare loro un periodo di riposo. Che cosa fanno i bambini? Si strofinò le mani, sbatté le palpebre e giocare. Solo con l'adolescenza, cominciano a sentire quello che vuole e chiede loro di corpo. E qui è importante per aiutare il bambino in tempo per sentire la richiesta dei suoi occhi stanchi, di nuovo. Aiuta, ma non vietare. Altri miti - che, negli spazi di Internet, sarà certamente male al bambino, rovinare, zavlekut in gruppi segreti o avviare una rete dipendente. Ma come distinguere il confine tra normale del computer per hobby e dipendenti? Su quali basi in chiaro che il bambino è bloccato in Rete?

I giochi per computer dannosi

Segni di dipendenza da computer, come qualsiasi altro, appaiono solo quando una persona è privata dell'oggetto della dipendenza. "Nei bambini più piccoli," svezzamento ", il computer può causare rotture. Coloro che sono più anziani, - una misura, un attacco di aggressione, tra cui fisica, in relazione al trasgressore. Ci sono manifestazioni fisiologiche -. Mal di testa, nausea, debolezza, depressione, sbalzi d'umore " Se il bambino può spegnere il computer o gadget, e permettersi di essere senza di essa, i primi a prendere dal panico, ha detto Stanislav Malanin. Ma le persone dipendenti non sono in grado di vivere senza a seconda dell'oggetto. Qui, senza l'aiuto non è sufficiente - è il momento per un terapeuta.

Si ritiene che i giochi per computer generano violenza. Quindi, se si sta discutendo i giornalisti e le altre parti interessate dopo ogni incidente con l'omicidio di compagni di scuola. "Vorrei discutere con quello, - ha detto Stanislav Malanin. - Già nel 2002, una delle agenzie governative degli Stati Uniti sono stati studiati. E questo si è rivelato essere: solo il 12% dei bambini assassino dedito ai giochi per computer. Il 24% legge libri con scene di violenza e di 27% di opere guardato su argomenti simili. Logicamente, la società è stato quello di rispondere ai libri e film. Ma hanno richiamato l'attenzione al segmento che è sconosciuto a loro e quindi spaventa -. Su giochi per computer " Non esiste una relazione diretta tra i giochi e la violenza, psicoterapeuta convinto.

I bambini su Internet: è l'ansia giustificata genitori?

"Il bambino ha bisogno di uno spazio personale - reale e virtuale"

A noi sembra che i bambini senza senso di trascorrere del tempo davanti a un computer indossare le cuffie. Infatti sono comunicanti. In primo luogo, in realtà, e poi continuare a farlo sul web. Questo è il nuovo formato di comunicazione. Per loro è un processo continuo. E la colpa è quantomeno strano.

La vita del bambino è il momento in cui egli raggiunge per i genitori, ma più vicino alla adolescenza comincia a separarsi da loro. In questo periodo burrascoso, dovrebbe prendersi cura di conservare la sua fiducia in stretta adulta. "Quando un figlio condivide qualcosa di segreto, neanche il più - dal suo punto di vista - buona e giusta, è necessario con tutti i mezzi per sopprimere la voglia di condannare" - avverte Stanislav Malanin. Ad esempio, la figlia torna a casa sconvolto. Appena si scopre che il suo "foto seminude" comunicazione personale pubblicato da condividere. In genere, la prima reazione è: "Come si potrebbe avere li mandare qualcuno" Il bambino è malato, era stato tradito, ha fatto una zimbello della Rete. Non è necessario per terminare la menzogna. Fategli sapere che non era solo, che si è presa con tutti i suoi errori e fallimenti, e non solo quando si tratta di "corretta e di successo." Mostra il tuo parte: "Vedo che stai male, pensiamo a come risolvere il problema."

Spesso, cura per la sicurezza del bambino che nasconde il nostro desiderio di controllo totale su di esso

"Non fare domande-trappole, che sono guidati alla disperazione ancora più - Stanislaw consigliati Malanin - una serie di" Che cosa hai intenzione di fare adesso?". Se avesse saputo, l'avrei fatto. Ma si può davvero aiutare: scrivere all'amministratore del sito, così ha rimosso i contenuti inappropriati. È possibile controllare il sito web Antiplagiat, che è riuscita a disperdere le informazioni, e per scrivere (la legge recentemente adottata sul cosiddetto "diritto all'oblio", che può e deve essere utilizzato). Poi, quando il figlio o la figlia di calmarsi, è necessario parlare di quello che è successo. Spiega che per nessun motivo ha bisogno di inviare le loro foto, informazioni personali su di te o ai vostri cari tutti in fila, e più familiare. E se il bambino stesso ha pubblicato qualcosa di inappropriato dal vostro punto di vista? Molti genitori amano pubblicamente educare i figli sulle proprie pagine. "Siate pronti, che un giorno appena inviato al bando. Prima di lasciare il commento pungente, guardare la reazione dei colleghi del bambino. Forse non si capisce un grande scherzo - il terapeuta dice. - Spesso siamo vergogna e paura in cui v'è poco o per niente significa niente. In genitorialità tutta la nostra esperienza è proiettata sulla vita dei bambini. Noi sappiamo meglio come vivere, cosa mangiare, cosa fare, come giocare nel computer e che giochi, cosa scrivere sui social network. Infatti, spesso la cura per la sicurezza del bambino si nasconde il nostro impegno al cento per cento, il controllo totale su di esso. Un bambino ha bisogno di uno spazio personale - reale e virtuale ". E questo diritto deve essere rispettato se non vogliamo davvero perdere i loro figli.