Il denaro e la felicità: c'è una connessione?

Gli scienziati non hanno alcuna fretta d'accordo con l'affermazione "Il denaro non è la felicità", che spendono un significativo studi a lungo termine per verificare se questo è in realtà, e se sì, ciò che ci rende veramente felice.

Il denaro e la felicità: c'è una connessione?

Photo by Getty Images

Se credi gli esperti dello studio congiunto dell'Università scozzese di Stirling e l'Università di Manchester e l'Università di Nottingham, l'aumento dei salari non rende la maggior parte delle persone felici. La perdita di denaro ti fa sentire infelice e ha un valore molto più alto (comunque, questo vale per le persone di un certo tipo).

Capo della ricerca Christopher Boyce (Christopher Boyce) afferma: "Molto spesso crediamo che con la crescita del reddito è in crescita e la nostra soddisfazione con la vita, ma abbiamo scoperto che non è così."

Lo studio ha coinvolto più di 18 mila persone, che è stato monitorato per più di nove anni. Gli scienziati hanno scoperto che a prescindere dai tipi di personalità, aumentare i guadagni non ha aumentato il livello di soddisfazione di vita. Su questo indicatore - ovviamente negativo - impatto è solo uno spreco di denaro.

Christopher Boyce sicuro: "Per la maggior parte persone che vivono nei paesi economicamente sviluppati, il reddito sempre crescente, non è un fattore importante per la crescita del benessere e senso di felicità. Invece, dovremmo puntare per la stabilità finanziaria, per aiutare e proteggere coloro che sono in situazione finanziaria difficile - questo ci renderà più felice " 2. Questo non è il primo studio sulla questione del rapporto tra reddito e il livello di felicità. Ad esempio, nel 2012 il Psychological Science Journal ha pubblicato una prova che il benessere umano non dipende dallo stato del suo conto in banca, e dal rispetto e l'ammirazione che essa provoca altre persone 2.

Autore e responsabile della ricerca Cameron Anderson (Cameron Anderson) presso l'University of California a Berkeley, spiega: "Siamo interessati a questo problema, in quanto v'è abbondanza di prove che più alto status socio-economico - stipendio più alto o una grande fortuna, una buona educazione - non influisce la crescita del benessere e della soddisfazione di vita. Ma molti sono ancora convinti che l'alto stato - la chiave per la felicità ".

Per verificare ciò, hanno raccolto dati su 80 studenti universitari: il livello di reddito, status sociale (secondo il parere dei loro coetanei e se stessi) e il livello di attività sociale, e il livello di felicità. Più felici non sono stati gli studenti che sono più ricchi, e quelli che avevano una migliore "stato sociale". Questo cosiddetto "effetto locale delle scale", cioè, secondo gli psicologi, la dipendenza della soddisfazione di vita su come noi percepiamo "comunità locale". I ricercatori di tre modi diversi ricontrollato questa ipotesi e ogni volta giunti alla stessa conclusione. I partecipanti dell'altra studio erano studenti MBA, per i quali il osservati durante l'anno scolastico. I risultati hanno confermato che ancora una volta portare la felicità non il denaro, ma il rispetto per voi gli altri, se è il tuo sport di squadra, vicini di casa o amici.

Cameron Anderson ha commentato: "Sono rimasto sorpreso da quanto è correlata: anche per nove mesi, era ovvio come cambiare il livello di felicità in un senso o nell'altro, a seconda che per alzare o abbassare una persona nel locale" scala sociale".

Anderson parla di come essere felici è più importante di status sociale, piuttosto che denaro, che influenzano il grado di soddisfazione di vita è molto meno: "Una delle ragioni per cui i soldi non fanno la felicità, è che le persone rapidamente si abitua al nuovo livello di reddito o di stato. Ad esempio, i vincitori della lotteria inizialmente si sentono felici, ma presto tornati al livello normale di felicità. " Per quanto riguarda la condizione sociale: "Forse di essere un rispettato, influente, inclusi nella società è così importante per il nostro benessere, perché è qualcosa che è importante e prezioso di sempre."

1 psp.sagepub.com/content/42/4/471

2 pss.sagepub.com/content/23/7/764