Jorge Luis Borges, il potere del veggente

Sulla soglia del mondo in cui Borges vertigini. Borges se un numero sufficiente di noi tick, ma allo stesso tempo attrae e affascina. Tutto ciò che a lui è sembrato naturale a diventare irreale per lui, enorme, infinita. E fu nel turbine dei suoi innumerevoli astrazioni e riferimenti, la sua trame impossibili qualcosa ci fa assaporare la complessità gusto inebriante e confusione che altro.

Jorge Luis Borges, il potere del veggente

Photo by Getty Images

indizi

La trasformazione della propria storia

Borges mostra un uomo nelle sue infinite possibilità e capacità. La vita - questo intreccio di percorsi di ramificazione senza fine: prima di ogni evento, siamo liberi di scegliere tra le diverse "futures", cioè, le varie alternative. La nostra vita personale - è solo un filo in una rete infinita di possibili realtà. partita a scacchi eterna con possibilità imprevedibili.

Il doppio labirinto

immagine speculare, spesso presenti nelle opere di Borges, si riferisce alla scissione di moltiplicazione della personalità ad altri "I" dimora in ciascuno di noi. Labirinto con le sue false percorsi simboleggia l'atteggiamento ostile della realtà della vita che emana da una sola ragione. Inoltre, il labirinto - un simbolo della perdita: che finisce alla ricerca di qualcosa in un cerchio infinito della vita, qualcosa di simile (Dio o l'uomo), come si può trovare se stessi.

L'occhio interiore

Nelle parole di Italo Calvino, "Borges ha sempre avuto la capacità di" vedere "le cose e aiuta il lettore a vederli." Nel buio cupo di Borges, il veggente cieco, ci insegna a guardare non con gli occhi, e l'occhio interiore. La vita - non è solo la realtà e la coscienza, ma anche un sogno, un ricordo, un'attività inconscia, mistero, qualcosa di ineffabile, dei e demoni. Cyberspazio. Non solo si può vedere e toccare, ma anche ciò che non esiste, non può toccare o vedere - fa tutto parte della nostra vita e quindi sono ugualmente importanti. La realtà non è sempre così, come lo vediamo. La realtà (fisica e mentale) è sempre mescolato con la finzione.

Jorge Luis Borges, il potere del veggente

Libro dei libri di Jorge Luis Borges'. Tom segreti "" Ho sempre immaginato paradiso con qualcosa di simile a una biblioteca, "- Jorge Luis Borges ha ammesso al famoso scrittore argentino, ha vinto di più e la gloria" del lettore principale del ventesimo secolo. " Borges era un bibliotecario per 27 anni. Grande digestore e mistificatore, ha realizzato la sua passione per i libri, non solo nel proprio lavoro, ma anche nella preparazione di antologie.

Il piacere di lettura

"Sono sempre stato un grande lettore di scrittore". Borges ha vissuto tra i libri, con i libri, i libri - reali e inventati. Reading è stato per Borges una forma di felicità. Egli ha detto che "nessuno ci obbliga a leggere il libro dalla prima all'ultima pagina. Se il libro siete annoiati, metterlo - così non è stato scritto per voi ". Borges ci insegna anche a vivere la letteratura come un atto di creazione, aderendo alla vita quotidiana. In altre parole - ammette al loro rapporto con la vita delle proprie conoscenze. Il libro offre, le richieste e le chiamate, prende vita, mentre il lettore per mezzo di libri e la sua immaginazione di nuovo ai luoghi dimenticati, fa rivivere ricordi e diversi stati d'animo. Così il lettore diventa nella vostra mente per l'autore del libro che stava leggendo.

alla data di

  • 1899: Nato 24 agosto a Buenos Aires. Padre, Jorge Guillermo, era un avvocato e professore di inglese e psicologia.
  • 1906 Borges ha scritto il suo primo racconto, "La visiera decisivo", ispirato a un episodio di "Don Chisciotte". Dopo 3 anni di El Pais pubblicare la sua traduzione spagnola di Oscar Wilde storia "Il principe felice".
  • 1914-1921: Borges va verso l'Europa insieme ai loro genitori. Durante i suoi studi, frequenta lezioni a Lugano, Ginevra e la Spagna.
  • 1923: Torna in Argentina, Borges ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie "Il calore di Buenos Aires" e fonda una rivista letteraria.
  • 1937: Borges ha organizzato il primo lavoro per la biblioteca pubblica come assistente.
  • 1941: Il Borges pubblica una raccolta di racconti "Finzioni", nel 1949 - una collezione di "Aleph", e nel 1952 - una collezione di "Nuova inchiesta."
  • 1955: Borges è stato nominato direttore della Biblioteca Nazionale.
  • del 1970, Borges ha pubblicato "Messaggio Brody" - una raccolta di 11 racconti dedicati alla sua anziana madre.
  • 1972: La raccolta di "Golden Tiger" di Borges.
  • del 1986, Borges morire di cancro a Ginevra 14 giugno. Fino alla sua morte, è stato di grande aiuto della sua seconda moglie, Maria Kodama.