Andare alla ricerca di sé

Andare alla ricerca di sé

Photo by Getty Images

il ritmo abituale di un ambiente familiare, in esecuzione senza fine negli ambienti "home-road-lavoro, il cibo-sonno" ... Tutto questo è bene e va avanti, ma dove è l'io? Quello che voglio qualcosa? E 'la mia vita si scende ad esso? Alcuni anni fa, il filosofo tedesco Richard Precht (Richard David Precht) ha pubblicato un libro - un viaggio filosofico, che è diventato un bestseller internazionale. Si chiama "Chi sono e quanto devo, se faccio lì?" 2. Frase nel titolo, Precht ha detto un amico in stato di ebbrezza. Tuttavia, dobbiamo ammettere: questa frase è il migliore trasmette una sensazione strana, cogliere oggi da molti di noi. "Tutto sembra buono, ma qualcosa non va." "Ho tutto, ma capisco che è infelice, e non capisco perché" - terapisti in tutto il mondo ascoltano tali denunce ogni giorno. Cosa sta succedendo?

Come molti di me?

Trasformazione, rinascita, una pluralità di "io" e un rifiuto completo di esso - non è una novità per il mondo orientale. filosofi europei per migliaia di anni è stato quello di posizione rimane invariata, e l'integrità di una certa base, l'essenza centralità dell'uomo. E la psicologia "per la maggior parte del ventesimo secolo, ha cercato di trovare l'essenza della persona in strutture stabili e immutabili, le strutture, i tipi e tratti del carattere - indica Dmitry Leontyev psicologo. - Ora, però, venire alle strutture anteriori dinamica che forniscono una combinazione di stabilità e la variabilità dei singoli. La chiave è la capacità non solo di adattarsi all'ambiente immutabile, come rispondere in modo adeguato alla sua variabilità, la complessità e l'incertezza ". L'idea di variabilità si riflette nella molteplicità di metodi terapeutici che sono cresciuti negli 1970-1980 di. Questo dialogo interiore, e psico, durante il quale il paziente cerca di ascoltare le loro "sub-personalità". In breve, si cerca di "presentare" una pluralità di pezzi, componenti sembrano nostro "io".

Solido, gente simpatica, che si muove attraverso la vita come su rotaie, una volta per tutte previste dalla famiglia, l'ambiente culturale e sociale - l'uomo era in passato. "Il ventesimo secolo ha aperto la possibilità di noi liberi di andare al di là della classe, di classe, la famiglia, e anche restrizioni di genere - ha detto lo psicologo Francois de Sengli (François de Singly). - E ha liberato tutti noi un sacco di tempo ". Che possiamo spendere, comprendere ciò che siamo ancora - e chi vorremmo essere.

Nei psicologi la colpa?

Una parte della responsabilità per la nostra ricerca dolorosa per se stesso si trova e la psicologia. Per vedere questo, basta andare in qualsiasi libreria. Un buon terzo degli scaffali quasi certamente prendere il libro incoraggia i lettori a uscire dalla loro zona di comfort, a mettere piede sulla strada dello sviluppo, a cercare e trovare se stesso. Tuttavia, Dmitry Leontiev osserva che il libro dedicato alla ricerca e la conoscenza di noi stessi, esisteva molto prima la moda del "sebyaiskatelstvo": "Appena prima di essere indirizzati a un piccolo gruppo di persone illuminate. Ma circa l'inizio del XX secolo, a causa della crescita dell'alfabetizzazione emerso semplificazione pensieri effetto di adattamento, indirizzata alla minoranza, alle esigenze della cultura di massa. "

La cultura popolare e la verità è molto contribuito l'interesse nella ricerca di se stesso. Almeno il fatto che sia l'opinione di Dmitry Leontiev, in contrasto con la cultura tradizionale non aiuta a rivelare significati e arbitrariamente li assegna. "Questa stagione, vestire di rosso. Comprare una macchina di tale marchio. Essere efficiente. E perché? Perché non verde, perché questo marchio, perché necessariamente efficiente? Non ci sono risposte, ma non sono necessari. E con lo sviluppo della società dei consumi di significati imposti sono sempre di più", - dice Dmitry Leontyev. Si deve ammettere che "zero-fed" ha fatto molto per la rapida crescita di questi significati assegnati in russo. Così - dare un forte impulso alla ricerca di se stessi e il loro significato. Forse il nostro vero destino è di vivere sul rublo, e volare verso la svendita a Milano? O, al contrario, per insegnare ai bambini in una scuola rurale, di volontariato o di meditare in un ashram? Che cosa succede se c'è davvero nessun "contrario"?

La ​​ricerca di senso

Chiave già suonava, e la parola "significato". E 'la ricerca di senso, in primo luogo è quello di trovare te stesso, Dmitry Leontiev sicura: "Trovarsi - una ricerca che è importante per noi in questo mondo. Questo vale per le altre persone, al lavoro e altre attività, al luogo di residenza o di dimora. Possiamo troviamo solo ciò che è importante per noi. E non possiamo - che non ci interessa, non ha senso per noi. E tutte le caratteristiche apparentemente stabili del nostro carattere e magazzino mentale, che abbiamo usato per chiamare la parola "io", possono cambiare con un cambiamento di significato. "

Fino a circa 2000, il concetto di significato della psicologia accademica respinto. Ora, però, ha creato un vero e proprio boom in pubblicazioni. Nel corso degli ultimi cinque anni si avvicinò libri fondamentali, dedicata ai problemi di significato rispetto al trenta precedente.

"Conosci te stesso, nessuno rimarrà la stessa. Facendo il lavoro della conoscenza di sé, inevitabilmente cambiati - e dobbiamo farlo di nuovo. E così via all'infinito "

"Con una brillante metafora Antoine de Saint-Exupery, possiamo dire che il senso - si tratta di un'unità divina che collega le cose tra di loro," - dice Dmitry Leontyev. E 'particolarmente importante trovare un significato in tempi di crisi economica e morale come quello che stiamo vivendo oggi. Tuttavia, le crisi fanno parte e facilitano il compito, tenendo significati attribuiti nell'oblio buccia, ieri sembrava assoluta.

E il processo, e il risultato è

La psicologia moderna è sempre più alla ricerca di concetto, che considera l'essere umano come identità in continua evoluzione e in continua evoluzione. Questo non è un "nascosto, profondo" io "ma" io "che crea costantemente se stesso, sulla base di tutte le nuove esperienze e venire a capirlo," - dice Francois de Sengli. Questa dichiarazione dimostra che l'esperienza della psicologia della famiglia. Anche quindici anni fa in un divorzio marito e moglie ha spiegato la sua decisione come segue: "Ho pensato che era in realtà molto diverso", o "Non siamo uno per l'altra." Ora, più spesso si sente: "Ho cambiato" o "noi interferiamo con l'altro per crescere". Tra l'altro, proprio per questo divorziato coppie di oggi sono molto più spesso di prima, dopo aver rotto il supporto è abbastanza calmo e anche le relazioni amichevoli. I sociologi chiamano questo fenomeno "la logica della strada", in contrasto con "fermo immagine".

Filosofo e psicoanalista Godard Elsa (Elsa Godart) confronta una persona per la radice: "E 'anche coperto un sacco di strati e ha anche non core". Dmitry Leontyev questo non è del tutto d'accordo: "La lampadina - immagine troppo statico e l'identità - cosa che è in continuo movimento. Dopo tutti i significati, che definiscono la nostra ricerca per te stesso, anche, sono in continua evoluzione. " Piuttosto, possiamo dire che la personalità - non è solo il risultato della nostra ricerca di noi stessi, ma nella stessa misura, e il processo di ricerca stesso. ci sono persone che si trovano sotto il potere una volta per tutte? Forse c'è, ma è improbabile che dovrebbero invidiare. "Le persone con molto stabile" I "- è solo coloro che sono un po 'preoccupato per la ricerca di sé e conoscenza di sé. La stessa, che si preoccupa per il proprio "io", che pensa molto su di esso e alla ricerca di se stesso, è destinato a cambiare, - conclude Dmitry Leontyev. - E 'un paradosso che può essere formulata nello spirito degli antichi greci paradossi. Conosci te stesso, nessuno rimarrà com'era. Di conseguenza, il lavoro svolto dalla conoscenza di noi stessi, siamo inevitabilmente cambia - e dovrà fare di nuovo il lavoro. E così via all'infinito. " 1 R. Precht "Wer bin ich - und wenn ja, wie viele? Eine Philosophische Reise "(Goldmann Verlag, 2007).